Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Tempesta di sabbia in Iraq: in centinaia con problemi respiratori

VIDEO
colonna Sinistra

Tempesta di sabbia in Iraq: in centinaia con problemi respiratori

L'ottava in poche settimane, aeroporti chiusi ed esami rimandati

Roma, 16 mag. (askanews) – Uno strato di sabbia arancione ha ricoperto Baghdad. Arrivano immagini impressionanti dalla capitale dell’Iraq che assomiglia a Marte. Stesso scenario in altre città come Nassiriya.

La tempesta di sabbia che ha colpito il Paese è l’ottava che si sussegue da aprile, causata soprattutto dall’intensa siccità e dalle scarse precipitazioni legate al cambiamento climatico e alla desertificazione.

Centinaia di persone si sono recate in ospedale per problemi respiratori. “Dall’alba abbiamo ricevuto circa 40 casi di soffocamento, la maggior parte di loro ha malattie croniche legate all’asma o ha la bronchite, la maggior parte di loro sono anziani” spiega il Dottor Seif Ali Abed, primario di un ospedale di Baghdad.

“Quest’anno abbiamo assistito a più di una tempesta di sabbia, l’ultima delle quali è stata più forte della precedente. Ad ogni tempesta di sabbia, aumenta il numero di pazienti che soffrono di problemi respiratori”.

Gli aeroporti e gli uffici governativi sono rimasti chiusi per la tempesta e sospesi gli esami nelle scuole e nelle università.

CONDIVIDI SU:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su