Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Nel Donbass evacuazione di massa, Putin: test non sono minaccia

VIDEO
colonna Sinistra

Nel Donbass evacuazione di massa, Putin: test non sono minaccia

Conferenza sicurezza Monaco, Harris: gravi conseguenze per Russia

Milano, 18 feb. (askanews) – “Una fuga temporanea proteggerà la vostra vita e la vostra salute e quella dei vostri familiari”. Così Denis Pushilin, il leader separatista dell’autoproclamata repubblica popolare del Donetsk, nell’est dell’Ucraina, ha annunciato “un’evacuazione di massa in Russia dei civili”, accusando le forze ucraine di aver “bombardato gli insediamenti della repubblica” e di una invasione imminente.

Fra test balistici russi, esplosioni a Donetsk, la tensione sale. “Le esercitazioni non sono una minaccia” ha detto Putin, ma la porta della diplomazia resta aperta.

Oggi i colloqui si sono concentrati a Monaco, durante la conferenza sulla sicurezza. Qui c’erano il segretario di Stato Usa Blinken, che ha messo in guardia da eventuali false provocazioni messe in piede dalla Russia e la vice presidente Usa Kamala Harris che ha incontrato il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg.

“Rimaniamo ovviamente aperti e desiderosi di diplomazia, e questo riguarda il dialogo e le discussioni che abbiamo avuto con la Russia – ha detto Harris – ma garantiamo anche, se la Russia intraprende un’azione aggressiva, che ci saranno gravi conseguenze in termini di sanzioni economiche di cui abbiamo discusso”.

CONDIVIDI SU:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su