Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Aria e aule sanificate con fotocatalisi, test in liceo milanese

VIDEO
colonna Sinistra

Aria e aule sanificate con fotocatalisi, test in liceo milanese

Installato impianto che trasforma l'umidità in acqua ossigenata

Milano, 15 dic. (askanews) – A fronte della crescita costante nelle ultime settimane dei casi di Covid fuori e dentro le scuole, all’Istituto scolastico Bertrand Russell di Milano, a Niguarda, si sperimenta una possibile arma di difesa. Si tratta di piccoli split, installati in aule, laboratori e uffici del liceo pubblico milanese, che grazie a un processo di fotocatalisi trasformano a ciclo continuo l’umidità ambientale in acqua ossigenata, che viene poi nebulizzata nello stesso ambiente sanificando tanto l’aria quanto le superfici.

Una novità accolta con entusiasmo dalla preside della scuola milanese, Laura Gamba: “Alla fine di agosto Città Metropolitana mi ha contattato per offrire la possibilità dell’installazione di questi dispositivi in alcuni ambienti della scuola. Ho subito pensato alle classi e ai ragazzi anche perché in quei giorni si stava concretizzando la possibilità che la scuola riprendesse in presenza”.

Così a metà ottobre i dispositivi sono stati installati e si è concretizzato l’accordo fra la Città Metropolitana, proprietaria della maggior parte degli istituti superiori milanesi, e Sanixair, start up co-fondata nell’aprile del 2019 da Tiziano Rossi, attuale direttore marketing: “La fotocatalisi si basa su dei semplici elementi, è una sanificazione che avviene anche in natura. In questo caso l’abbiamo riprodotta indoor lavorando con materiali fotocatalizzanti, che reagiscono a delle frequenze luminose, che riescono per reazione fisico-chimica naturale, a trasformare l’umidità relativa presente nell’aria, H2O, in perossido di idrogeno, H2O2”.

Un sistema che può essere utilizzato tranquillamente con le persone presenti nell’ambiente da sanificare e che secondo il Consigliere Delegato della Città Metropolitana all edilizia scolastica, Roberto Maviglia, sta già dando indicazioni incoraggianti: “I primi risultati sembrano essere positivi, siamo proprio nelle prime settimane quindi è prematuro dare dei dati, però la prima impressione, rispetto anche alla diffusione, è che un effetto positivo ci sia e che la diffusione del virus tra ragazzi in queste settimane non ci sia stata”.

Sanixair ha concesso i dispositivi al Russel in comodato d’uso e secondo l’azienda milanese installarli in tutte le scuole d’Italia costerebbe la metà di quanto speso per i banchi a rotelle. I dati della sperimentazione saranno comunque messi a disposizione della scuola e pubblicati sul sito della Città metropolitana di Milano.

CONDIVIDI SU:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su