Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • India, costruisce una replica del Taj Mahal per l’amata moglie

VIDEO
colonna Sinistra

India, costruisce una replica del Taj Mahal per l’amata moglie

Un terzo delle dimensioni dell'originale, ora la loro residenza

Roma, 27 nov. (askanews) – Un marito indiano innamorato e colto ha costruito per la moglie una replica dell'”edificio dell’amore” più famoso al mondo, il Taj Mahal. Il mausoleo situato ad Agra, nel nord dell’India, è infatti stato costruito nel 1632 dall’imperatore moghul Shah Jahan per conservare la tomba dell’amatissima moglie Mumtaz Mahal.

La moglie di Anand Prakash Chouksey è invece ancora viva e ha anche aiutato a progettare il loro Taj Mahal a Burhanpur, India centrale, la città dove Mumtaz morì dopo avere dato alla luce il 14esimo figlio e dove è stata inizialmente seppellita. Le dimensioni dell’edificio sono un terzo dell’originale.

“Questo bellissimo edificio dietro di me – ha spiegato a France Presse l’uomo d’affari indiano, 52 anni – è una replica del Taj Mahal. Le dimensioni del Taj Mahal in metri sono state replicate qui in ‘piedi’. Questa è la mia personale residenza dove viviamo”.

“Ho sempre voluto raccontare a tutti la storia di come la moglie di Shah Jahan, Mumtaz Mahal, morì in questa città e il Taj Mahal doveva essere costruito qui, ma per il fatto che la città è lontana da Makrana (dove si estrae il marmo bianco per il Taj Mahal, ndr), Shah Jahan non costruì qui il Taj Mahal. Così ho pensato di fare una replica del Taj Mahal qui. Nello stesso modo in cui l’originale Taj Mahal è stato fatto in memoria della moglie di Jahan, Mumtaz, ho fatto questa replica come dono per mia moglie. Ci ho messo tre anni e molta pazienza per completarlo”.

“Degli artigiani sono venuti da Agra, hanno fatto tutto il lavoro di intarsio e intricate incisioni. Altri artisti sono venuti da Surat e Calcutta e hanno usato la loro abilità per fare questa struttura”, ha rivelato.

L’edificio è costato 15 milioni di rupie indiane (176.500 euro circa). L’unica richiesta della moglie è stata quella di una stanza per meditare. La cupola crea molta energia positiva, secondo la donna.

“Questa struttura bianca è un simbolo di pace, un simbolo di fratellanza e un simbolo d’amore, per promuovere la pace, l’amore e l’unità tra i popoli”, ha concluso.

CONDIVIDI SU:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su