Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Stefano Boeri Interiors ripensa aula futuro, sicura e adattabile

VIDEO
colonna Sinistra

Stefano Boeri Interiors ripensa aula futuro, sicura e adattabile

Progetto con Napisan nell'ambito dell'iniziativa Igiene Insieme

Milano, 30 apr. (askanews) – Superare il modello tradizionale di aula scolastica, quello con i banchi allineati di fronte alla cattedra, per puntare su un aula innovativa, sicura e al tempo stesso multifunzionale. E questo il cuore del progetto nato dalla collaborazione tra Napisan e Stefano Boeri Interiors nell ambito dell iniziativa “Igiene Insieme”. Un nuovo capitolo di questa iniziativa, nata nella prima parte del 2020 quando la pandemia aveva reso necessaria la diffusione di buone pratiche di igiene tra i più piccoli. Ora il passaggio successivo, verso una nuova visione di scuola che al rispetto di regole igieniche rigorose non necessariamente legate al Covid affianca spazi sempre più versatili. Benoit Veryser, direttore marketing per Italia e Grecia di Reckitt Hygiene.

“La collaborazione di Napisan con Stefano Boeri Interiors nasce con l’obiettivo di elaborare il concept di una nuova visione di scuola. Il progetto aula del futuro, il nuovo modello di ambiente educativo, si fonda su tre elementi: adattabilità degli spazi ai diversi momenti della giornata, la tecnologia integrata per favorire la didattica a distanza ed elevati standard di sicurezza”.

Per andare oltre il modello di una scuola focalizzata sull’individualità e su un apprendimento passivo, l’aula del futuro si apre a una moltitudine di possibilità e contempla nuovi modi di insegnare e apprendere, come ci ha spiegato Giorgio Donà, Founding partner & Director di Stefano Boeri Interiors

“L’aula del futuro è tutto ci immaginiamo possa essere veramente un paesaggio multiforme. A seconda di quella che deve essere l attività lei si dovrà adattare, ogni dotazione dovrà essere presente all’interno dell’aula seppure in forma differente per esempio i banchi se necessari dovranno essere presenti e visibili oppure nascosti all’interno di pareti o superfici che permettono lo sfruttamento dello spazio nel suo insieme. L’aula del futuro è un’aula dei molteplici paesaggi educativi”.

E se luce, colori e tecnologia sono tra i protagonisti dell aula de futuro, i suoi confini travalicano la funzione e i tempi dell insegnamento per allargarsi alle esigenze della comunità intera.

“Il concetto di spazio per l’insegnamento deve essere un luogo al servizio dell’intera comunità e poter assolvere a determinate funzioni che possono trovare anche tempi diversi rispetto all usualità, poter creare un luogo aperto al quartiere un tempo molto più ampio rispetto alla attualità 00.05.02

Grazie alle sinergie nate tra Napisan e lo studio Stefano Boeri Interiors col progetto Igiene Insieme la scuola riscopre una nuova centralità, all insegna della sicurezza ma anche della innovazione.

“Nell’ultimo anno la scuola è spesso passata in secondo piano a seguito delle misure di contenimento della pandemia Napisan con questo progetto vuole ridare priorità alla scuola più sicura focalizzandosi sulle scuole dell’infanzia e le primarie. Le scuole coinvolte nel progetto hanno superato le 6.000 entro la fine dell’anno scolastico vogliamo toccare quota 8.000 grazie al supporto del nostro partner la fabbrica”.

Il progetto aula del futuro vivrà una prima fase di applicazione nella seconda metà del 2021, con l assegnazione del primo prototipo a una delle 8.000 scuole italiane che hanno partecipato al progetto “Igiene Insieme”.

CONDIVIDI SU:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su