Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Spettacolo
  • In anteprima “Mondo di plastica” di Marta Brando e Paolo Agosta

VIDEO
colonna Sinistra

In anteprima “Mondo di plastica” di Marta Brando e Paolo Agosta

"Siamo individui in continuo divenire"

Milano, 8 apr. (askanews) – In anteprima un ampio stralcio del video del nuovo singolo di Marta Brando & Paolo Agosta “Mondo di plastica” in uscita il 9 aprile in radio, sulle piattaforme digitali e negli store. Il brano è scritto da Paolo Agosta che lo ha arrangiato con Danilo Carnevali e Alessandro Cecconi degli Oreazon, ed è stato masterizzato da Alberto Cutolo al Massive Arts Studio.

“Ricordo con chiarezza il giorno in cui Paolo mi fece ascoltare ‘Mondo di Plastica’ – racconta Marta Brando – rimasi colpita non solo dalla melodia ma anche dal messaggio del brano, cioè dalla spontaneità grazie a quelle domande esistenziali che tutti quanti ci siamo posti prima o poi nella vita, come ad esempio da dove veniamo e chi siamo, senza però fornire una risposta e anzi sottolineando la nostra condizione di individui in continuo divenire. Quando poi mi ha proposto di interpretarlo insieme a lui in un duetto mi sono sentita onorata ed elettrizzata.”

“Mondo di plastica” – dice Paolo Agosta – è di sicuro uno dei miei brani a cui tengo di più, scritto in un momento particolare della mia vita, momento in cui le domande interiori ed esistenziali sovrastavano il focus delle cose di tutti i giorni. E’ un brano che avrei voluto fosse il primo singolo del mio primo album ma invece non fu mai utilizzato e per questo ho sempre avuto il desiderio negli anni, prima o poi, di tirarlo fuori, di farlo conoscere, di dargli una chance.>

Il videoclip con la regia di Andrea Riva e la direzione della fotografia di Mauro Mazzei, è ambientato al Massive Arts Studios di Milano. “Abbiamo seguito un concept sobrio e raffinato – racconta il regista – in modo da mettere in risalto il messaggio del brano, con due scenari differenti: il momento della registrazione, in cui gli artisti sono in studio e quello della vera e propria esecuzione, cercando di comunicare al meglio l’emotività provata da Marta e Paolo.”

CONDIVIDI SU:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su