Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Economia
  • Gli Usa sospendono i dazi per i prodotti del Regno Unito

VIDEO
colonna Sinistra

Gli Usa sospendono i dazi per i prodotti del Regno Unito

Confagricoltura: serve accordo per prodotti italiani ed europei

Milano, 5 mar. (askanews) – Gli Stati Uniti hanno annunciato la sospensione dei dazi aggiuntivi sulle importazioni dal Regno Unito. A beneficarne saranno prodotti Made in Gb importanti come il whisky scozzese, il cashemire e alcuni formaggi tipici, come il celebre Stilton.

Boris Johnson ha salutato la decisione definendola “Una eccellente notizia mentre rafforziamo le relazioni commerciali e lavoriamo per la ricostruzione dopo la pandemia”, ha scritto su Twitter il premier britannico.

La sospensione è in vigore da ieri e sarà operativa per un periodo di quattro mesi durante il quale le due parti cercheranno di negoziare una soluzione definitiva.

L’amministrazione Trump aveva imposto i dazi nell’ambito della disputa tra Airbus e Boeing. Il produttore europeo di aeromobili e il suo concorrente americano si scontrano dal 2004 davanti al Wto sugli aiuti pubblici. Nel 2019 gli Stati Uniti sono stati autorizzati a imporre tasse su beni e servizi europei importati ogni anno. Con la Brexit, però, è cambiato tutto e da qui è arrivata la nuova linea Biden sui prodotti britannici annunciata ieri.

Mentre restano i dazi per i prodotti europei, Made in Italy compreso. “Alla luce dell intesa raggiunta tra Stati Uniti e Regno Unito – ha dichiarato oggi il presidente della Confagricoltura, Massimiliano Giansanti – abbiamo nuovamente sollecitato la Commissione europea a intensificare le iniziative per raggiungere un accordo che consenta di eliminare i dazi aggiuntivi USA sulle esportazioni di prodotti agroalimentari italiani ed europei”.

Per quanto riguarda il Made in Italy, sono colpiti alcuni formaggi – tra cui Parmigiano Reggiano e Grana Padano – salumi, agrumi, succhi e liquori per un controvalore di circa 500 milioni di euro. Gli Stati Uniti sono il primo mercato di sbocco fuori dalla UE per i prodotti agroalimentari italiani, con un fatturato annuale che sfiora 5 miliardi di euro.

CONDIVIDI SU:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su