Header Top
Logo
Sabato 21 Maggio 2022

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Cronaca
  • Cantone: rischio corruzione non è alibi per non fare metro C Roma

VIDEO
colonna Sinistra

Cantone: rischio corruzione non è alibi per non fare metro C Roma

"Giusta sospensione: il progetto aveva chiarissime defaillance"

Roma, (askanews) – Intervistato negli studi di Askanews, il presidente dell’Autorità nazionale Anticorruzione Raffaele Cantone critica la decisione della giunta Raggi di interrompere i lavori per la metro C di Roma a causa di sprechi e possibili fatti di malagestione o corruzione.

“Se si ritiene che la metro C non sia un’opera utile, è una valutazione politica ed è giusto che la metro C venga bloccata e non si vada avanti: ma non si può ritenere che il rischio di nuovi fatti corruttivi possa essere giustificazione per bloccare le opere”.

“Evidentemente è opportuno che ci sia un momento di sospensione anche per capire come reintervenire rispetto a un progetto originario che aveva chiarissime defaillance. Poi si può fare qualunque tipo di decisione, ma non può essere il rischio di corruzione l’alibi per non fare”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
VIDEO CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su