Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Sport
  • Maxicaduta al Tour, chiesti 4 mesi per la donna con il cartello

colonna Sinistra
Giovedì 14 ottobre 2021 - 16:26

Maxicaduta al Tour, chiesti 4 mesi per la donna con il cartello

Durante la prima tappa causò la caduta di 50 corridori

Maxicaduta al Tour, chiesti 4 mesi per la donna con il cartello
Roma, 14 ott. (askanews) – Quattro mesi di carcere con pena sospesa. È la richiesta avanzata al Tribunale di Brest nei confronti della giovane donna che lo scorso 26 giugno, durante la prima tappa del Tour de France, causò una maxi caduta sulle strade bretoni esponendo un cartello di saluti, ‘Allez Opi-Omi’, rivolto ai nonni. La donna, una trentunenne di Sizen, nel Finisterre, è accusata di aver “messo in pericolo” i ciclisti e di “lesioni volontarie”. Con il suo cartello causò la caduta di 50 corridori, il ritiro immediato dalla corsa di tre di loro, Lemonine, Konovalovas e Sutterlin, e quello successivo di Tony Martin.


Il sostituto procuratore Solenn Briand ha sottolineato che la 31enne era consapevole della pericolosità delle sue azioni. La sentenza sarà resa nota il prossimo 9 dicembre.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su