Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Spettacolo
  • Belvedere, Cucinotta e Andreozzi nella commedia “Figlie di Eva”

colonna Sinistra
Lunedì 7 novembre 2022 - 14:25

Belvedere, Cucinotta e Andreozzi nella commedia “Figlie di Eva”

Al Teatro Ciak di Roma il 12 e 13 novembre

Belvedere, Cucinotta e Andreozzi nella commedia “Figlie di Eva”
Roma, 7 nov. (askanews) – Sabato 12 e domenica 13 novembre il trio formato da Vittoria Belvedere, Maria Grazia Cucinotta e Michela Andreozzi sarà protagonista al Teatro Ciak di Roma della commedia “Figlie di Eva” insieme a Massimiliano Vado che ne cura anche la regia.


“Figlie di Eva” è la storia di un uomo potente che raggira tre donne, che a loro volta trovano il modo di vendicarsi. È la storia di un ragazzo che incontra tre fate madrine che lo aiutano a realizzare i suoi sogni. Ed è la storia di tre donne completamente diverse, che diventano amiche nonostante tutto. È la vita per come vorremmo che fosse e anche per com’è perché spesso le donne, anche quando vogliono vendicarsi, se si mettono insieme sanno creare cose meravigliose.



Tre storie in una, come sono tre i nomi delle protagoniste: Elvira, Vicky e Antonia. Le lega un uomo, Nicola Papaleo, sindaco disonesto che le inguaia tutte per diversi motivi. Le tre, che mal si sopportano, unite da un sano sentimento di vendetta, si coalizzano: lo vogliono morto, anzi trombato, come si dice dei politici che perdono le elezioni. Scopo del gioco è far sì che l’odiato Papaleo non venga rieletto sindaco, costruendo a tavolino un candidato “fantoccio” che lo distrugga alle prossime elezioni. Grazie a una serie di estenuanti provini trovano Luca Bicozzi, aspirante attore sfigato con problemi di autostima. Lo blandiscono, lo convincono, e dopo una full immersion in cui le tre figliole gli insegnano tutto, ma proprio tutto quello che serve per diventare un leader, Luca conquista il favore dell’elettorato anche grazie a un astuto sistema di auricolari con cui viene radiocomandato da Elvira. Forse è arrivato il momento, per Elvira, Vicky e Antonia, di capire che dietro a un grande uomo a volte non c’è nessuno perché sono le donne che devono avere il coraggio di mettersi davanti a tutti.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su