Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Spettacolo
  • A Roma i Concerti nel Parco, da Michael Nyman a Timi e Guanciale

colonna Sinistra
Venerdì 28 maggio 2021 - 17:52

A Roma i Concerti nel Parco, da Michael Nyman a Timi e Guanciale

Star internazionali per 11 spettacoli dal 2 luglio al 4 agosto

A Roma i Concerti nel Parco, da Michael Nyman a Timi e Guanciale
Roma, 28 mag. (askanews) – Tante star internazionali, undici eventi nella splendida cornice del Parco della Casa del Jazz a Roma, a cavallo tra musica, teatro, danza e multidisciplinarietà, per “I Concerti nel Parco Estate 2021”, festival giunto alla sua trentunesima edizione, in programma dal 4 luglio al 2 agosto, parte del palinsesto dell’Estate Romana 2021 promossa da Roma Capitale.


Al via domenica 4 luglio la rassegna de I Concerti nel Parco, con una prima a Roma di “Di mare e di Vento”, viaggio nella musica di Gianmaria Testa, nuovo spettacolo di Neri Marcorè in cui l’artista omaggia il musicista scomparso seguendo le tracce del suo libro “Da questa parte del mare”. Il Festival prosegue martedì 6 luglio con un’altra Prima “Viento y Tiempo”, nuovo progetto di Gonzalo Rubacalba e Aymée Nuviola, due artisti cubani acclamati in tutto il mondo e vincitori di Grammy.



Venerdì 9 luglio, ancora una Prima a Roma, “Nel mezzo del casin di nostra vita” per i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta, le imperdibili terzine simil dantesche di Maurizio Lastrico, comico stralunato.


Martedì 13 luglio, unica data a Roma, “Piano solo” con Michael Nyman, mito vivente della musica contemporanea; il pianista e compositore inglese torna a Roma dopo cinque anni di assenza con alcuni grandi classici del suo catalogo che lo ha reso celebre nel mondo, brani tratti dagli album Piano Sings e Piano Sings 2 ed alcuni inediti presenti nel nuovo lavoro discografico di prossima uscita.



Sabato 17 luglio, sempre in Prima a Roma “Ojos de Gato” Tributo a Gato Barbieri con Giovanni Guidi alla guida di un Quintetto d’eccezione formato dai newyorchesi di adozione e internazionalmente acclamati James Brandon Lewis, Brandon Lopez, Chad Taylor e Francisco Mela e da Gianluca Petrella, uno dei talenti italiani più riconosciuti nel mondo, in un un ensemble inedito e formidabile, per celebrare un’indiscussa leggenda della musica.


Martedì 20 luglio, Prima a Roma, “Fuggi la terra e l’onde” sul mare si fugge o si rincorre qualcosa, un altro spettacolo tra teatro e musica di e con Lino Guanciale in cui l’attore, che ne ha scritto la drammaturgia, spazia da Joseph Conrad ad anonimi cronisti arabi, da detti e credenze di popoli diversi ad alcuni celeberrimi canti dell’Eneide riproposti nella sua originale scrittura, per giungere infine ad un una storia contemporanea e vera, che sempre racconta di mare, di fuga, di ricerca di una vita migliore: Guanciale in parte riassume ed in parte racconta la storia di Alì Ehsani, ragazzino Afgano di Kabul a cui è stato ispirato anche il libro “Stanotte guardiamo le stelle”.



Domenica 25 luglio, in occasione dei 100 anni dalla nascita di Piazzolla Yamandu Costa e Martìn Sued, “Tra Tango e Choro, omaggio ad Astor”. Un incontro al vertice della musica, tra due grandissimi musicisti sud-americani, un brasiliano e un argentino.


Mercoledì 28 luglio, “Ver Meu Amor”, una avvincente nuova idea di fado, che è insieme pop e jazz, per uno spettacolo che sancisce il debutto a Roma di Salvador Sobral uno degli artisti più internazionali del Portogallo, grazie al suo clamoroso trionfo all’Eurovision Song Contest 2017, con una canzone composta dalla sorella Luísa Sobral, che ha realizzato il punteggio più alto nella storia del festival.


Sabato 31 luglio, in Prima Assoluta, una nuova produzione “Sciarada” le prime braccia nude della stagione di e con Filippo Timi che ha scelto personalmente come suoi partner un quartetto di giovani e promettenti attori e musicisti romani, l’attore e rapper Giovanni Onorato, l’attore e polistrumentista Claudio Iarena, il batterista Mario Russo, guidati dal già noto producer e sound engineer Lorenzo Minozzi.


Domenica 1 agosto, in Prima a Roma, “Astor” Un secolo di Tango, una nuova produzione del Balletto di Roma e le musiche di Astor Piazzolla eseguite dal bandoneonista Mario Stefano Pietrodarchi, con la direzione musicale e arrangiamenti di Roberto Molinelli, le coreografie di Valerio Longo, il light design, Carlo Cerri e la regia di Carlos Branca.


Grande chiusura all’insegna del ritmo per I Concerti nel Parco, lunedì 2 agosto con una nuova produzione in Prima Assoluta, “Dancefloor” Discoteca sotto le stelle con l’Orchestra di Piazza Vittorio.


“Ricominciamo a incontrare gli amici di sempre, a sentire della bella musica dal vivo, a uscire e mangiare insieme – ha commentato Teresa Azzaro, direttrice artistica della manifestazione – Ricominciamo a vivere la nostra solita, ordinaria, banale vita quotidiana, che non ci è mai sembrata così bella. Ricominciamo da qui. Questa programmazione è stata immaginata, ripensandoci a ritroso, con la speranza, giorno dopo giorno, di esserci lasciati il peggio alle spalle. E quindi c’è leggerezza, ma anche contenuto. Voglia di divertirsi ma anche di non archiviare quei momenti di approfondimento, quel guardarci dentro e guardare l’altro con uno sguardo meno frettoloso, che ci ha portato la situazione di forzato isolamento. Ancora una volta il nostro ‘teatro sotto le stelle’ è semplicemente favoloso, il parco di Casa del Jazz è forse la più suggestiva e magica venue dell’Estate Romana 2021, felicemente gestita dalla Fondazione Musica per Roma, con cui siamo lieti di collaborare già da un quinquennio”.


La XXXI edizione del Festival I Concerti nel Parco, Estate 2021 è sostenuta dal MIBAC Ministero per i Beni e le Attività Culturali Direzione generale dello Spettacolo dal Vivo, dalla Regione Lazio e da Roma Capitale Assessorato alla Crescita Culturale. L’edizione 2021 è realizzata in collaborazione con Casa del Jazz – Fondazione Musica per Roma.


CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su