Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
colonna Sinistra
Venerdì 21 gennaio 2022 - 15:24

Nati Sostenibili, storie della campagna italiana tra scienza e coscienza

Ideato da Cortilia, uno dei primi player italiani della spesa online

Nati Sostenibili, storie della campagna italiana tra scienza e coscienza
Roma, 21 gen. – Quando pensiamo a misure per intervenire sulla crisi climatica, tendiamo a concentrarci soprattutto sui nostri consumi energetici. Ma il cibo – la produzione, l’imballo, il trasporto, purtroppo lo spreco – corrisponde a un quarto delle emissioni complessive di gas climalteranti, oltre ad avere ricadute cruciali su inquinamento dei suoli, consumo d’acqua, perdita di biodiversità. La conversazione su questo tema fatica a guadagnare il primo piano: in fondo, tutti dobbiamo nutrirci – sembra essere il pensiero condiviso – e quindi sembra inevitabile farci carico del costo ambientale di sfamare il pianeta.
Eppure, esistono strategie di mitigazione in grado di ridurre di un ordine di grandezza gli impatti della filiera alimentare sull’ambiente. Sono soluzioni che richiedono un misto di saggezza contadina e tecnologie all’avanguardia, di interventi a livello sovranazionale da un lato e di scelte consapevoli dei singoli consumatori dall’altro. Si ispirano spesso a principi semplici – ridurre, riciclare, tutelare – ma sono iniziative complesse da progettare e attuare, e anche da restituire sulla pagina.
Nati Sostenibili è un saggio narrativo che racconta le storie di agricoltori e produttori grandi e piccoli dell’agroalimentare italiano, e del lavoro che fanno ogni giorno per produrre cibo nel rispetto dell’ambiente, dei lavoratori e degli animali.


A firmare il libro sono giornalisti gastronomici, più avvezzi per mestiere a raccontare le storie del cibo guidati dalle ragioni della gola: ne deriva un mix originale tra divulgazione scientifica e reportage di viaggio vivace e spesso umoristico, che prova a restituire la complessità dei temi senza sacrificare il ritmo del racconto. Ma, allo stesso tempo, resiste alla tentazione di banalizzare questi concetti, un approccio che finirebbe per tradirli.
Nel loro sforzo, Sara Porro e i co-autori Giorgia Cannarella, Sonia Gioia e Luca Iaccarino, sono stati supportati dal divulgatore scientifico Ruggero Rollini, che in veste di fact-checker ha fornito consulenza nella ricerca e scelta delle fonti e si è occupato del lavoro di controllo su tutti i dati fattuali riportati nel testo. La lettura del volume è arricchita e resa ancora più immersiva dal contributo fotografico del duo artistico Schirra/Giraldi.



Il saggio è articolato in nove capitoli che affrontano ognuno aspetti diversi della filiera agroalimentare – l’impronta dell’allevamento, il consumo delle risorse idriche, l’impatto sull’ecosistema, la tutela e riscoperta della biodiversità, la produttività e l’impoverimento del terreno, il benessere animale, il packaging e il sovrautilizzo della plastica, lo spreco alimentare, il rispetto dei lavoratori – attraverso le testimonianze dei produttori, raccolte dagli autori direttamente sul campo, viaggiando in tutta Italia.


Nati Sostenibili è stato ideato e voluto da Cortilia, uno dei primi player italiani della spesa online a filiera corta e Società Benefit. Questo progetto editoriale, pubblicato in occasione del decimo anniversario dell’azienda, vuole essere un tributo ad alcuni dei suoi partner più longevi, per valorizzarne le buone pratiche e i percorsi imprenditoriali virtuosi. Attraverso un approccio privo di slogan e svincolato dalle logiche tipiche della comunicazione aziendale, l’intento di Cortilia è di mostrare la vera anima e la visione green di queste realtà, ben lontane dalle mode e dalle etichette che sempre più spesso complicano e inquinano il discorso sulla sostenibilità alimentare.



Il libro, edito da Rizzoli e stampato su carta prodotta con il 100% di fibre riciclate, è disponibile per l’acquisto online e in libreria dal 30 novembre 2021 (pp. 240 – 29,90 €) e realizzato anche in versione eBook per le principali piattaforme.
Le royalties saranno interamente donate a Fondazione Umberto Veronesi, per il sostegno dei progetti di ricerca e divulgazione scientifica.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su