Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
colonna Sinistra
Mercoledì 13 ottobre 2021 - 17:14

Il capitano Kirk è “tornato” nello Spazio

Volo suborbitale con Blue Origin per l'attore William Shatner

Il capitano Kirk è “tornato” nello Spazio
Milano, 13 ott. (askanews) – Il capitano Kirk è tornato nello Spazio, ma questa volta c’è andato davvero; non era ai comandi dell’astronave Enterprise in uno studio cinematografico della serie Tv “Star Trek” ma a bordo del razzo New Shepard della Blue Origin, grazie al quale l’attore William Shatner, con la missione SN-18, ha compiuto un vero volo suborbitale.


Dopo aver incantato generazioni di appassionati di fantascienza con i viaggi della nave stellare Enterprise, “alla scoperta di strani, nuovi mondi”, ispirando migliaia di giovani a guardare allo Spazio come una concreta opportunità professionale – non ultima la nostra Samantha Cristoforetti – William Shatner (con il suo alter ego cinematografico, il capitano James Tiberius Kirk), è andato in prima persona a vedere veramente cosa c’è oltre la linea di Karman, la “porta dello Spazio” a 100 km d’altezza; e, di fatto è diventato un vero astronauta.



Non solo; a 90 anni compiuti, William Shatner è ora l’astronauta più anziano ad aver mai volato nello Spazio.


“Avendo recitato nel ruolo del capitano Kirk – aveva spiegato l’attore – tutti mi hanno sempre attribuito le conoscenze che avrebbe un astronauta del futuro, ma sono sempre stato spinto dalla curiosità e sono mi sento felice ora, per questa avventura”.



Il razzo New Shepard è decollato alle 16.50 del 13 ottobre 2021, dal deserto texano. Assieme a Shatner, in plancia non c’erano Spock, Sulu e Cechov ma altri 3 astronauti: gli imprenditori Chris Boshuizen e Glen de Vries e la vicepresidente di Blue Origin per le operazioni di volo, Audrey Powers.


Dopo il distacco il primo stadio è ritornato sulla piattaforma d’atterraggio mentre la capsula descriveva un’ampia parabola regalando agli occupanti alcuni minuti di microgravità e la vista mozzafiato della Terra. Poi il rientro nell’atmosfera terrestre e l’atterraggio, appesa ai paracadute.



Ora ci sono 4 nuovi astronauti e uno di questi, a 90 anni, proviene da “là, dove nessuno è mai giunto prima”.


CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su