Header Top
Logo
Martedì 18 Maggio 2021

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
colonna Sinistra
Mercoledì 22 febbraio 2017 - 12:56

Accordo Asi-Cmsa per esperimenti su stazione spaziale cinese

Italia e Cina collaboreranno negli studi sul volo umano
20170222_125602_8114DB30

Roma, 22 feb. (askanews) – Accordo tra Agenzia Spaziale Italiana (Asi) e China Manned Space Agency (Cmsa) per nuove sperimentazioni scientifiche a bordo della Stazione spaziale cinese nell’ambito del volo umano. L’intesa è stata firmata a Pechino dal presidente dell’Asi, Roberto Battiston, e dal direttore generale di Cmsa, Wang Zhaoyao, in occasione della visita di Stato in Cina del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. La collaborazione scientifica – spiega l’Asi – sarà rivolta allo studio delle missioni di lunga durata degli astronauti, in particolare sugli aspetti di biomedicina e fisiologia e delle relative tecnologie.

L’accordo prevede la costituzione da parte delle due agenzie di un Joint Cooperation Committee che si riunirà almeno una volta l’anno per stabilire le modalità della partnership, tra cui sono previsti l’accesso a dati scientifici, pubblicazioni scientifiche congiunte, scambio di personale e partecipazione congiunta a technical reviews sul volo umano. Le ricadute potenziali di questo accordo – spiega l’Asi – sono estremamente significative, considerata, da una parte, la posizione di leadership che l’Italia ha raggiunto nel settore del volo umano nell’ambito della realizzazione e dello sfruttamento della Stazione Spaziale Internazionale e, dall’altra, l’importante programma di volo umano che la Cina sta sviluppando, in particolare con la realizzazione della Stazione Spaziale Tiangong-3.

“Lo spazio è una nuova via della seta senza confini, e la collaborazione internazionale è un elemento fondamentale, sia dal punto di vista scientifico che da quello dello sviluppo tecnologico”, ha dichiarato Roberto Battiston. “Con la Cina abbiamo da anni eccellenti relazioni scientifiche in diversi settori – ha aggiunto il presidente dell’Asi -. Questo accordo è importante per tutta la comunità scientifica europea e internazionale in preparazione delle future missioni di esplorazione umana del sistema solare. Solo un patrimonio comune di conoscenze può farci progredire con successo nell’esplorazione spaziale”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra