Header Top
Logo
Lunedì 18 Ottobre 2021

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
colonna Sinistra
Martedì 15 settembre 2015 - 15:08

Testa (Enea): con Cnr condivisione per rendere ricerca efficiente

Se si fa la stessa cosa forse è bene che la faccia uno solo
20150915_150813_820B9E8C

Roma, 15 set. (askanews) – Con il presidente del Cnr Luigi Nicolais “stiamo parlando di un risiko delle varie attività e se ci sono cose che facciamo in due forse è meglio che le faccia uno solo, se c’è uno che le fa meglio di un altro ha più senso che le faccia lui”.

A dichiarare la necessità, e la volontà dei protagonisti, di razionalizzare gli sforzi della ricerca è il commissario dell’Enea Federico Testa intervenendo alla presentazione della “Notte europea dei ricercatori 2015”.

“Non abbiamo le risorse per moltiplicare le cose, dobbiamo razionalizzare mantenendo le peculiarità, senza che nessuno mangi nessuno”, ha aggiunto Testa. “L’Enea non è mia, il Cnr non è suo. Sono pagati in buona parte con i soldi dei cittadini, quindi – ha dichiarato – dobbiamo renderli il più efficienti possibile. O facciamo così o non andiamo da nessuna parte”.

Il commissario dell’Enea nel suo intervento ha insistito sulla necessità che il Paese faccia un passo avanti. “Tutti siamo favorevoli alla ricerca”, ma poi “la ricerca bisogna farla camminare”. E per riuscirci occorre che gli scienziati non si chiudano in se stessi, ma si aprano alla condivisione anche con altri ricercatori di altri enti. Ci sono laboratori sotto utilizzati e però magari un altro ente si costruisce il suo.

“Con il presidente Nicolais abbiamo proprio lanciato l’idea che le cose si fanno insieme, si condividono”. Esiste “rivalità per fare le cose meglio”, ma poi “le cose vanno condivise con tutti”.

Ugualmente far camminare la ricerca vuol dire anche farla uscire dalle stanze dove nasce, rendere facilmente accessibile l’innovazione che viene prodotta. E in quest’ottica l’Enea ha creato l’Atlante dell’innovazione che consente di conoscere tutto quello che l’Agenzia fa e chi al suo interno ci sta lavorando.

Testa ha poi dichiarato la piena adesione alla Notte europea dei ricercatori dell’Enea, che per l’occasione il 25 settembre apre le porte delle sue sedi di Frascati e di Casaccia con eventi, visite e attività di laboratori. “Noi siamo in questa iniziativa e vogliamo esserci da protagonisti, insieme con gli altri”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su