Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Lombardia, ex leghista candidato con Moratti attacca Calenda

colonna Sinistra
Martedì 24 gennaio 2023 - 17:53

Lombardia, ex leghista candidato con Moratti attacca Calenda

Boni: "Spara stupidate su autonomia, non ha letto suo programma"

Milano, 24 gen. (askanews) – “Anche oggi Carlo Calenda ha dimostrato, ahimé, di non avere mai letto il programma elettorale della candidata presidente Letizia Moratti e continua a sparare stupidate ad alzo zero su cose che non conosce”. Così in una nota l’ex leghista Davide Boni, candidato alle regionali lombarde nella lista civica “Letizia Moratti Presidente”, attacca il leader del Terzo Polo, Carlo Calenda, che appoggia la stessa Moratti per la presidenza della Lombardia.


“Questa cosa fa di lui il miglior alleato di Attilio Fontana e non di Letizia Moratti, semplicemente perché accredita le affermazioni del primo e non della seconda. A Fontana, che cerca di screditare la Lista Moratti Presidente dicendo che non siamo per niente interessati all’autonomia, il buon Calenda risponde dicendo che tanto i lombardi l’autonomia non la vogliono, perché porterà più tasse e più burocrazia. C’è qualcosa che non mi torna, davvero” ha ribadito.



“Eppure, al buon Calenda basterebbe ripercorrere senza troppa fatica, non chiedo tanto, la storia recente. Nel 2006 il referendum costituzionale sulla devolution ottenne in Lombardia il 54,6% dei consensi. Nel 2017 il referendum regionale sull’autonomia raccolse il 96,02% dei consensi dei lombardi che si recarono al voto. Sono numeri facili da capire, perché i lombardi si sanno fare i conti in tasca da soli” ha aggiunto.


“Caro Calenda, non è la prima volta che cerco di spiegarti che tu e io siamo alleati e sosteniamo la stessa candidata presidente. Non è un concetto difficile, basterebbe pensare prima di parlare. Ti ricordo che il prossimo 5 febbraio sarò al Teatro Lirico di Milano per la presentazione delle liste in appoggio alla candidatura di Letizia Moratti. Mi metterò un fazzoletto verde al collo per farmi riconoscere e, visto che non hai ancora letto il programma di coalizione, mi porterò anche un block notes per farti un disegnino”, ha concluso rivolgendosi direttamente al leader di Azione.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su