Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Bonaccini: il governo vuole privilegiare la sanità privata

colonna Sinistra
Mercoledì 30 novembre 2022 - 10:47

Bonaccini: il governo vuole privilegiare la sanità privata

Sulla sanità pubblica il Pd dovrà fare una battaglia vera

Bologna, 30 nov. (askanews) – “Questo è un governo che sta pensando di privilegiare la sanità privata, l’abbiamo capito tutti”. E quindi il Partito democratico su questo dovrà fare “una battaglia vera”. Lo ha detto il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini, intervistato da Omnibus su La7.


La sanità dovrà essere il “tratto identitario” del Pd quando fra cinque anni tornerà al governo, ha spiegato il candidato alla segreteria nazionale del partito. “Oggi scontiamo due problemi, quello dei trasferimenti dal governo e dalle regioni e quello della mancanza di professionisti” secondo Bonaccini. “Oggi – ha detto – vengono distribuite le risorse nazionali, ad esempio quelle per l’energia per quota pro capite, cioè per il numero di abitanti”. Questo è un meccanismo che mette in difficoltà “l’Emilia-Romagna e la Toscana e altre regioni che hanno tanta sanità pubblica, che io difendo”. Perché “se noi spendiamo sei e ci danno due” dal governo nazionale “il risultato è che abbiamo meno 4 e andiamo in difficoltà. Non vorrei che ci fosse un disegno lì dietro, di mettere in difficoltà chi ha più sanità pubblica per favorire il privato. Nella mia regione c’è un privato eccellente, ma da noi la centralità e il pilastro della sanità è quello pubblico”.



“Questa manovra – ha aggiunto il governatore – è insufficiente e persino iniqua perché non tiene conto dell’inflazione all’11,% e quello che viene dato con la mano destra viene tolto con gli interessi, soprattutto per i ceti più poveri e popolari o i ceti medi con la mano sinistra”. E intanto “con la flat tax fanno un regalo ai più ricchi, a chi non ne aveva bisogno”. Invece “sulla sanità, se non viene indicizzato il rapporto col prodotto interno lordo, ci troveremo che anche i 2 miliardi di euro in più prossimo anno, peraltro previsti già dai governi precedenti, non saranno sufficienti perché il rapporto tra il Pil e la spesa sanitaria sarà il più basso degli ultimi anni. Io penso che su questo il Pd dovrebbe fare una battaglia vera, così come sul tema dei professionisti, dei medici e degli infermieri che mancano”.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su