Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Roma, Ok giunta Gualtieri a delibera su Regolamento beni comuni

colonna Sinistra
Giovedì 24 novembre 2022 - 18:33

Roma, Ok giunta Gualtieri a delibera su Regolamento beni comuni

Gualtieri: confronto proficuo con le realtà associative

Roma, 24 nov. (askanews) – La giunta capitolina guidata dal sindaco Roberto Gualtieri ha approvato la delibera che contiene il primo Regolamento dell’Amministrazione condivisa dei Beni Comuni di Roma Capitale, “frutto di un lungo lavoro di confronto con il mondo associativo, i Municipi e la cittadinanza”, sottolinea il Campidoglio in una nota.


A seguito dell’ok in giunta, il testo verrà ora immediatamente avviato al successivo iter istituzionale per il parere dei Municipi, l’esame delle Commissioni consiliari e, infine, sottoposto all’approvazione dell’Assemblea Capitolina. L’atto, anticipato dal sindaco con una conferenza in Campidoglio a settembre scorso, nel pieno della campagna elettorale politica, eredita la base di testo da una proposta di iniziativa popolare bocciata dall’Assemblea capitolina sotto l’amministrazione Raggi per ben due volte, e introduce nella normativa comunale alcune novità.



Si potranno attivare patti di collaborazione tra Comune, Municipi e associazioni o gruppi di cittadini, rivolti tanto alla cura, rigenerazione e valorizzazione dei beni comuni materiali, quanto alla promozione di quelli immateriali. Poi il principio base della condivisione di risorse e responsabilità tra tutti i sottoscrittori dei patti. Ancora, il supporto alle esperienze che l’Amministrazione sta portando avanti in vari settori, tra cui l’ambiente e il verde urbano, la scuola, con l’approccio della “comunità educante” – con le aperture in orario extra-didattico e i programmi per educazione e formazione – e la cultura, con la progettazione dei nuovi poli civici e culturali e i musei diffusi.


Inoltre, altri punti qualificanti del Regolamento sono il rafforzamento delle reti sociali e di mutuo aiuto già attive sul territorio; l’impulso a progettazione e realizzazione di impianti ecocompatibili da installare negli edifici pubblici per produrre energia pulita da ridistribuire all’interno delle comunità aderenti; la connessione con il mondo del Servizio Civile attraverso facilitatori della partecipazione nel ruolo di promotori civici sui territori; l’istituzione di un Forum dei Cittadini attivi al fine di favorire il confronto diretto e lo scambio di buone pratiche tra portatori di interesse e istituzioni, oltre alla consultazione periodica degli appartenenti alla comunità cittadina per il monitoraggio dell’efficacia delle azioni attuate.(Segue)



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su