Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Toscana, Centrodestra: Giani senza maggioranza, fa il Re Sole

colonna Sinistra
Martedì 22 novembre 2022 - 16:15

Toscana, Centrodestra: Giani senza maggioranza, fa il Re Sole

"Non sa la differenza tra democrazia e monarchia assoluta"

Firenze, 22 nov. (askanews) – “Spiegate a Giani la differenza tra una democrazia – come dovrebbe essere la Regione Toscana – e una monarchia assoluta in cui lui è il Re Sole. Affermiamo questo perché la votazione in Prima Commissione dell’ultima variazione di Bilancio è stata rimandata per la terza volta a causa dell’assenza di esponenti della maggioranza”. Lo dichiarano i componenti della Prima Commissione del Consiglio regionale della Toscana Francesco Torselli, Fratelli d’Italia, Marco Casucci, Lega, ed Elisa Tozzi, Gruppo Misto (che questa mattina in concomitanza con i lavori della Prima Commissione hanno indetto una conferenza stampa) assieme al capogruppo di Forza Italia Marco Stella.


“Il fatto -aggiungono gli esponenti di centrodestra- è che ormai la maggioranza Giani sta in piedi soltanto con l’obiettivo di spartirsi le poltrone. Non vogliamo più sottostare a questo giochino dei ricatti togliendo tempo ad ascoltare i cittadini. Abbiamo quindi deciso di non presentarci alla seduta della Prima Commissione prevista per oggi. La maggioranza di Giani non può certamente fare affidamento sulla presenza delle opposizioni per andare avanti. A questo punto ci rimane solo scoprire quale è il contentino che il governatore avrebbe promesso a Italia Viva e la corrente minoritaria del Pd per tenere insieme la maggioranza. E’ squallido che il Presidente di Regione debba prima accontentare il partito alleato e le correnti del Pd e poi pensare ai toscani. In questa manovra di bilancio vengono decisi milioni di investimenti pubblici che incidono nella vita delle persone. Risorse pubbliche barattate in cambio di un posto al sole. Nella storia della nostra Regione non si era mai verificato un tale affronto agli organi democraticamente eletti. Il Consiglio regionale non è né un passacarte né un ‘poltronificio’. Se Giani non ha più una maggioranza, prenda le dovute decisioni”



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su