Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Elezioni, Berlusconi: ecco nostro programma, centro destra vincerà

colonna Sinistra
Domenica 4 settembre 2022 - 20:51

Elezioni, Berlusconi: ecco nostro programma, centro destra vincerà

Intervento telefonico a presentazione liste forza Italia Abruzzo:

Roma, 4 set. (askanews) – “Se siete soddisfatti di come vanno le cose in Italia, se ritenete di pagare le tasse giuste, se i vostri stipendi sono adeguati, se la burocrazia non è un problema, se pensate che la giustizia funzioni, se vi sentite sicuri, se i collegamenti e le altre infrastrutture vi soddisfano, allora il 25 settembre potete anche stare a casa, andare al mare se è una bella giornata, o addirittura votare per il Partito Democratico. Se invece come me pensate che tutte queste cose debbano cambiare radicalmente, che occorra una profonda inversione di rotta per far ripartire l’Italia, allora il 25 settembre dovete superare la pigrizia, la delusione per la politica, lo scoraggiamento, andare a votare, scegliendo naturalmente Forza Italia”. Lo ha detto il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi nel suo intervento telefonico in occasione della presentazione delle liste di Forza Italia in Abruzzo, il cui testo è stato diffuso alla stampa.


“Il nostro programma, lo sapete – ha riassunto Berlusconi – si basa sulla lotta all’oppressione fiscale, con la flat tax al 23% per tutti, all’oppressione burocratica, abolendo il regime delle autorizzazioni preventive, all’oppressione giudiziaria, abbreviando i processi e tutelando i cittadini innocenti. Prevede aumenti delle pensioni minime a 1000 euro per anziani e disabili e nuove opportunità per un lavoro decoroso per i giovani, che non devono essere costretti ad emigrare per trovare opportunità di lavoro adeguate. Prevede un grande investimento nelle infrastrutture, soprattutto nell’Italia centrale e meridionale, perché l’isolamento significa svantaggio competitivo per le nostre imprese, quindi meno investimenti e meno posti di lavoro. Sappiamo che oggi il tasso di infrastrutturazione in Italia è pari alla metà dei nostri principali concorrenti europei”. (Segue)



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su