Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Pecoraro: trionfo centrodestra in sondaggi Lazio per tragico errore Pd

colonna Sinistra
Venerdì 5 agosto 2022 - 15:32

Pecoraro: trionfo centrodestra in sondaggi Lazio per tragico errore Pd

"Di umiliare Conte ed esaltare Calenda"

Pecoraro: trionfo centrodestra in sondaggi Lazio per tragico errore Pd
Roma, 5 ago. (askanews) – Se il centrodestra trionferà alle elezioni nel Lazio, in base a quanto emerge dallo studio di Big Data politics, è colpa dell’errore del Pd che ha “umiliato” il leader M5s Conte ed “esaltato” Calenda. Lo dice Alfonso Pecoraro Scanio, uno dei protagonisti della coalizione di Prodi, l’ultima che nel 2006 riuscì a battere il centrodestra.


“È un dato umiliante per tutti i progressisti e gli ecologisti. Sembra quasi – osserva – che si voglia perdere e non si capisca quanto pessima sia questa legge elettorale. È stata provocata una frammentazione che consentirà al centrodestra di prendere tutti i collegi in quasi tutte le regioni salvo che Conte non riesca, con una campagna sorprendente e usando la stima personale di cui gode, a recuperare l’astensione di elettori disgustati e ad evitare il trionfo delle destre”.



All’epoca dell’Unione di Prodi, ricorda, “avevamo costruito un’alleanza su un programma corposo e condiviso puntando ad unire, infatti, la coalizione si chiamava Unione. Oggi assistiamo ad un’elezione surreale, precipitata in poche settimane. Il Pd, dopo aver pressato Conte da anni, per superare le resistenze del M5S alle alleanze, arrivando persino alle prime primarie comuni in Sicilia il 23 luglio, ha deciso di umiliarlo per esaltare un Calenda insultante e arrogante”.


Ma la rottura era avvenuta sulla fiducia a Draghi? “È apparso a tutti strumentale e quasi un insulto all’intelligenza usare il tema del non voto sull’ultima fiducia a Draghi per rompere ogni accordo mentre lo si faceva con Fratoianni, che aveva sempre coerentemente votato contro Draghi. E farlo proprio mentre si votava insieme alla primarie in Sicilia”.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su