Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
colonna Sinistra
Giovedì 4 agosto 2022 - 12:14

Crosetto ha chiesto un patto agli avversari

"Senza questo, a perdere saremmo tutti"

Crosetto ha chiesto un patto agli avversari
Roma, 4 ago. (askanews) – “A settembre sul nostro Paese si abbatterà uno tsunami, con una prevedibile minore ricchezza reale del 10%. Vivremo momenti di difficoltà spaventosa”, con rischi addirittura di conflitti sociali da guerra civile “non solo figurata, visto quanto cresce la rabbia”. Lo afferma il co-fondatore di Fratelli d’Italia, Guido Crosetto, in un’intervista al Corriere della Sera, chiedendo uno sforzo di grande responsabilità da parte di tutte le forze politiche per evitare “demonizzazioni reciproche” che “non farebbero male a Meloni se vincerà”, ma solo al Paese. “C’è bisogno di un patto.


Senza il quale, a perdere saremmo tutti”, spiega Crosetto.



Agli avversari Crosetto chiede “un patto”: “l’obiettivo di settembre è far reggere un sistema economico sociale che andrà in crisi pensando tutti al bene comune”, dice. E allora accorre “non fare una campagna elettorale a slogan di ‘l’Italia fallirà con Meloni’ o ‘fallirà con Letta’, perché non si prende un voto in più ma si fa danno al Paese”. “Chiunque vinca, le imprese sarebbero comunque in difficoltà, la crisi comunque colpirà, l’ondata migratoria comunque sarà un problema enorme da gestire.


E nessuno avrà la bacchetta magica”, secondo Crosetto. “Le cose andranno affrontate con senso di responsabilità, ma sarà possibile solo se il Paese davanti all’emergenza sarà compatto.



Come la Meloni ha fatto sull’Ucraina: ecco, quella deve essere la cifra”, commenta.


Coa/Int2



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su