Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Renzi: grazie all’accordo Pd-Calenda per noi il 5% è ora possibile

colonna Sinistra
Mercoledì 3 agosto 2022 - 09:21

Renzi: grazie all’accordo Pd-Calenda per noi il 5% è ora possibile

Puntiamo a delusi di Azione, del Pd, di Fi e Lega

Renzi: grazie all’accordo Pd-Calenda per noi il 5% è ora possibile
Roma, 3 ago. (askanews) – “Col 3% abbiamo portato Draghi, ci riproveremo. Ma non mi basta, non ci basta: vogliamo il 5%. E dopo quello che è successo ieri, possiamo farlo”. Matteo Renzi si rivolge così ai suoi sostenitori, in una lunga e-news che ridisegna la strategia di Italia Viva dopo l’accordo tra il Pd e Azione/+Europa.


“Calenda poteva costruire un polo riformista che puntasse al 10%. Ha preferito trattare una percentuale di posti sicuri con il Pd”, afferma Renzi, che prosegue: “Non mi stupisco degli accordi sui numeri: so che sono importanti. Ma conosco la legge elettorale e sinceramente non so quanto saranno sicuri quei posti. Ma anche se lo fossero, penso che la politica sia prima di tutto coraggio e libertà. C’era una possibilità storica di mandare il terzo polo in doppia cifra: Calenda ha preferito giocare un’altra partita alleandosi con chi ha votato contro Draghi e con Di Maio. Rispetto questa scelta, ma non la condivido”.



Ora l’ex premier pensa solo alla campagna elettorale “più assurda e più esaltante”, spiegando la sua strategia che punta ai delusi dei vari schieramenti: “Delusi dal PD che mette capolista Luigi Di Maio. Scriverò una lettera agli iscritti del mio ex partito. E intanto, accolgo tanti amici che non possono più stare in un partito che sta diventando il partito delle tasse e delle ammucchiate”. E poi i “delusi da Azione e qui non ho bisogno di spiegare. Calenda ci ha fatto la morale tante volte in questi mesi e spiegato che noi puntavamo ai posti del Pd e non volevamo fare il terzo polo riformista. È ovvio che oggi chi credeva in quell’ideale di Azione – e ha fatto crescere i sondaggi di Calenda – adesso vuole stare con noi. Porte spalancate, lavoriamo insieme sui contenuti”. Infine, “delusi dalla destra. Forza Italia e Lega hanno mandato a casa Draghi. Molti di loro voteranno a destra lo stesso. Ma io scommetto che, dando la certezza che non ci alleiamo con il Pd, molti di loro potranno guardare a noi e votare il terzo polo”.


Rea/Int13



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su