Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Bonetti: accordo con Pd? Non si tradisce fiducia per fini elettorali

colonna Sinistra
Mercoledì 3 agosto 2022 - 10:16

Bonetti: accordo con Pd? Non si tradisce fiducia per fini elettorali

Ministra a Radio24: mai con chi ha votato contro governo Draghi

Bonetti: accordo con Pd? Non si tradisce fiducia per fini elettorali
Milano, 3 ago. (askanews) – “Io non mi candiderò mai con chi ha votato contro il governo Draghi e con chi, in qualche modo, ha causato questa drammatica situazione per il nostro Paese”. Così, su Radio24, la ministra per le Pari opportunità e la famiglia, Elena Bonetti ha risposto alla domanda se sia impossibile pensare ad un accordo con il Pd, che ha ribadito l’assenza di veti nei confronti di Italia Viva.


“Non si può tradire la fiducia, non si può dire ai cittadini ‘noi faremo questo’ e poi per calcoli elettorali da una parte si fa cadere il governo Draghi e dall’altra si rinuncia alle proprie idee per ottenere qualche seggio sicuro” ha continuato la ministra, sottolineando “noi abbiamo dimostrato di avere il coraggio delle nostre idee e la libertà di portarle avanti”.



Alla domanda se l’alleanza tra Calenda e il Pd complichi o faciliti il percorso elettorale di Italia Viva, Bonetti ha replicato: “Credo che agli elettori interessi sapere quale proposta politica scegliere (…) e quindi deve avere chiarezza”. “A destra c’è una contraddizione su tanti temi e una proposta antitetica a quell’investimento, a quello sviluppo che il governo Draghi ha saputo portare, e a sinistra, anche pure con l’ingresso di Azione e +Europa, c’è una totale contraddizione” ha proseguito, evidenziando che “E’ evidente che Fratoianni non è d’accordo con Calenda sulla politica energetica, su quella estera, sulla politica del lavoro, sulla quale già all’interno del Pd ci sono posizioni differenti rispetto a quelle di Calenda”. “Il voto va alla coalizione, alle insieme delle idee, nelle quali c’è tutto e il contrario di tutto” ha continuato, concludendo “noi siamo convinti che chi sceglie lo farà in virtù di una fiducia e di una credibilità: noi avevamo detto che saremmo stati in campo per costruire un polo riformista, moderato, capace di portare avanti con concretezza le riforme che servono al Paese, ed elettori ed elettrici ci troveranno lì”.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su