Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Milano, palme e banani potrebbero restare in aiuole piazza Duomo

colonna Sinistra
Lunedì 4 luglio 2022 - 15:31

Milano, palme e banani potrebbero restare in aiuole piazza Duomo

Nuovo gestore potrà parzialmente tenere essenze contestate da Lega

Milano, palme e banani potrebbero restare in aiuole piazza Duomo
Milano, 4 lug. (askanews) – Termina il prossimo 31 dicembre il contratto di sponsorizzazione delle aiuole di piazza Duomo, ma non è detto che le contestatissime palme i banani debba per forza lasciare spazio a essenze meno esotiche. Il Comune ha infatti avviato la ricerca di soggetti che abbiano la volontà di presentare idee e progetti per una nuova proposta di sponsorizzazione, ma questa potrà prevedere sia il parziale mantenimento dell’attuale fisionomia delle aiuole, invisa in particolare alla Lega, sia il loro riassetto, oltre alla relativa manutenzione per i prossimi tre anni.


“Auspico l’arrivo di molte domande e progetti volti a prendersi cura del verde in uno dei luoghi più iconici della città – commenta l’assessora all’Ambiente e Verde Elena Grandi -. Uno spazio sempre più ambito che testimonia il mutato atteggiamento di soggetti privati e imprese nei confronti del verde pubblico, oggi sempre più inteso come grande patrimonio collettivo indispensabile al benessere del singolo e della collettività. È sempre più evidente come sia forte la voglia di contribuire alla valorizzazione del bene comune anche prendendosi cura di piante, aiuole e giardini per costruire insieme una città sempre più verde e vivibile. Questo interesse riguarda sia il mondo dell’impresa che quello dell’associazionismo e della cittadinanza in generale”.



L’attuale allestimento delle aiuole potrà essere parzialmente mantenuto o modificato, oppure potrà essere completamente rinnovato, nel rispetto rigoroso dei seguenti vincoli: l’area verde di piazza Duomo è soggetta a vincolo diretto monumentale ed è ubicata sopra il mezzanino della metropolitana, pertanto dovranno essere attentamente valutati i carichi di superficie; dovranno essere rispettati gli arredi e i manufatti esistenti (recinzioni, aste delle bandiere, basamenti dei lampioni, griglie di aerazione della metropolitana). La scelta della vegetazione, inoltre, dovrà garantire un adeguato effetto estetico in tutte le stagioni, mantenendo nel nuovo progetto la presenza di alberi non superiori alla terza classe di grandezza da posizionare con tecniche adeguate al contesto. Nel caso in cui la proposta preveda la trasformazione totale dell’attuale assetto, il soggetto proponente dovrà farsi carico di tutti gli oneri relativi al recupero delle piante attualmente a dimora, nello specifico le palme, provvedendo alla loro zollatura e collocazione in vaso oltre al trasporto e scarico presso la sede del Vivaio comunale al fine di garantirne la sopravvivenza.


Gli interessati possono visionare sul sito del Comune di Milano la planimetria con tutte per le informazioni tecniche relative alla portata delle solette a alle dimensioni delle vasche e dei contenitori, necessarie ad una corretta valutazione per scelta delle piante e dei materiali da impiegare. Le proposte dovranno essere presentate nel bimestre settembre-ottobre, così da poter formalizzare il nuovo contratto di sponsorizzazione a partire dal mese di gennaio 2023.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su