Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Per il Quirinale un voto al giorno e 50 elettori alla volta

colonna Sinistra
Giovedì 13 gennaio 2022 - 18:13

Per il Quirinale un voto al giorno e 50 elettori alla volta

Al giuramento solo col tampone, si ascolta ma non si interviene

Per il Quirinale un voto al giorno e 50 elettori alla volta
Roma, 13 gen. (askanews) – Prima, in mattinata, tra le 12:30 e le 13:30, c’è stata la riunione congiunta dei questori di Camera e Senato, poi nel primo pomeriggio la conferenza dei capigruppo che ha confermato le misure di sicurezza da adottare in vista dell’elezione del Presidente della Repubblica che si svolgerà a Montecitorio a partire dal pomeriggio del 24 gennaio.


Ci sarà una sola votazione al giorno, anche se al momento non è escluso che si arrivi a farne anche due, con una pausa di 1 ora e mezza per cambiare l’aria dell’Aula. L’accesso all’emiciclo sarà consentito solo dal lato sinistro e l’uscita solo dal lato destro (quello di fronte alla buvette), si voterà per fasce orarie, 50 per volta, con una presenza massima in Aula di 200 grandi elettori e altri 100 circa nelle tribune. Per la chiama si seguirà l’ordine alfabetico, sempre a partire dai senatori a vita, quindi i senatori, poi i deputati e per ultimi i delegati regionali. Le chiame saranno ovviamente due, come avviene anche per tutti i voti di fiducia.



Ribadite le altre misure già adottate in queste settimane, ossia: mascherine Ffp2, distanziamento e igienizzazione dell’Aula, green pass base per l’ingresso al Palazzo. Verrà abolito il cosiddetto “catafalco” ossia la cabina elettorale utilizzata dai grandi elettori. Al suo posto ci saranno nuove cabine, senza tendine, e con un sistema di areazione che però garantirà la riservatezza del voto.


Infine è previsto che per il giuramento del nuovo Presidente, altra occasione in cui il Parlamento è riunito in seduta comune, saranno necessari oltre al green pass base (già in uso per entrare a Montecitorio) anche un tampone antigenico di terza generazione. Confermato anche il divieto di ingresso per ospiti esterni. Sarà concesso ai parlamentari di essere tutti in Aula, i delegati regionali siederanno invece in tribuna, ma solo per 40-45 minuti e quindi solo per ascoltare il discorso del nuovo Presidente, quindi non ci saranno interventi.



Nel corso della riunione c’è stato anche un ampio dibattito che non ha portato ancora a nessuna conclusione, sul da farsi in caso di positività dei grandi elettori. C’è chi sostiene si debba farli votare anche da remoto e chi invece si oppone decisamente. Il rischio è che con l’aumento dei contagi e delle quarantene gli “assenti” possano diventare determinanti per il raggiungimento della maggioranza assoluta richiesta.


Gal/Int2



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su