Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Il governo ha deciso l’obbligo vaccinale per gli over 50

colonna Sinistra
Mercoledì 5 gennaio 2022 - 21:23

Il governo ha deciso l’obbligo vaccinale per gli over 50

Ma green pass "base"per shopping, banche e parrucchieri

Il governo ha deciso l’obbligo vaccinale per gli over 50
Roma, 5 gen. (askanews) – Il consiglio dei ministri ha approvato all’unanimità il decreto che rende obbligatorio il vaccino per gli over-50 fino al 15 giugno. Quindi, per questa fascia d’età sarà necessario il super green pass sul posto di lavoro; ma anche chi non lavora dovrà sottoporsi alla vaccinazione.


Dopo le tensioni delle ultime ore, la bozza originale è stata modificata accogliendo in parte le richieste della Lega sull’accesso a negozi, servizi alla persona e servizi pubblici anche senza Green Pass rafforzato. E’ saltato appunto (rispetto alla bozza) a causa dell’opposizione della Lega l’obbligo di super green pass per centri commerciali, banche e parrucchieri, per cui basta quello base (che si ottiene anche col tampone), così come è sufficiente per gli uffici pubblici. Per lavoratori e clienti di negozi di alimentari e farmacie non serve il green pass. Per la scuola, apertura regolare il 10.



Torna l’esortazione a usare lo strumento dello smart working: è stata firmata una circolare del ministro della Pa Renato Brunetta e quello del Lavoro, Andrea Orlando, per sensibilizzare i settori pubblico e privato ad utilizzare appieno gli strumenti di flessibilità già consentiti. “I provvedimenti di oggi vogliono preservare il buon funzionamento delle strutture ospedaliere e, allo stesso tempo, mantenere aperte le scuole e le attività economiche”. E’ quanto ha detto, secondo quanto fanno filtrare le fonti di palazzo Chigi, il presidente del Consiglio, Mario Draghi, nell’introduzione alla riunione odierna del Consiglio dei ministri, che si è conclusa con il varo del nuovo decreto Covid.


“Vogliamo frenare – ha spiegato il capo del Governo – la crescita della curva dei contagi e spingere gli italiani che ancora non si sono vaccinati a farlo. Interveniamo in particolare sulle classi di età che sono più a rischio di ospedalizzazione per ridurre la pressione sugli ospedali e salvare vite”.



Red/San/Int2




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su