Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Meloni: io continuo a credere nel centrodestra, e gli altri?

colonna Sinistra
Lunedì 19 luglio 2021 - 16:05

Meloni: io continuo a credere nel centrodestra, e gli altri?

Il senatore Malan passa da Fi a Fratelli d'Italia

Meloni: io continuo a credere nel centrodestra, e gli altri?
Roma, 19 lug. (askanews) – “Io continuo a credere nel centrodestra, mi domando se anche gli altri continuano a crederci”. Lo ha affermato la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni, nel corso di una conferenza stampa, rispondendo a una domanda sulla spaccatura del centrodestra sull’elezione dei componenti del cda Rai.


Ricordando anche il precedente del Copasir, “vicenda risolta solo per un problema interno alla maggioranza”, Meloni ha sottolineato che “il dubbio che si stia lavorando per mettere Fratelli d’Italia in difficoltà e per favorire l’attuale maggioranza è lecito, e lo stanno avendo milioni di italiani”.



Meloni ha annunciato quindi che il senatore Lucio Malan, attuale vicepresidente vicario del gruppo Forza Italia, aderisce a Fratelli d’Italia. “Sono molto fiera di poter annoverare tra le file di Fratelli d’Italia un esponente politico di tale esperienza, di tale serietà, di tale compatibilità con le battaglie che FdI ha condotto in questi anni e conduce ogni giorno. Perché Lucio Malan, come noi, è una persona che non ha mai avuto paura ad andare controcorrente, di battersi per il principio di libertà”, ha sottolineato Meloni ricordando che il senatore Malan “fu tra i primi a denunciare la deriva liberticida dei Dpcm di Giuseppe Conte”.


“La coerenza di alcune scelte rende difficile continuare a fare dove si sta. Credo che Lucio Malan, come altri, si renda conto che è impossibile difendere le nostre idee governando con la sinistra, soprattutto se c’è una sinistra arrogante che pretende di usare i voti del centrodestra per fare i suoi comodi”, ha sottolineato Meloni.



“Non mi sento più di sostenere con il mio voto questo governo – ha detto Malan spiegando le ragioni del suo passaggio da Forza Italia a Fratelli d’Italia -. C’è troppo poco cambiamento rispetto al governo Conte 2”. “Per questo l’adesione a Fratelli d’Italia è naturale, perché FdI” rispetta “l’essere coerenti, il fare scelte coraggiose, essendo aperti al futuro ma saldi sulle radici che determinano la nostra identità, i nostri valori, i nostri principi che non posso venir meno solo perché oggi non sono di moda”.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su