Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Von der Layen da Draghi con ok formale all’Italia: promozione doc

colonna Sinistra
Lunedì 21 giugno 2021 - 19:40

Von der Layen da Draghi con ok formale all’Italia: promozione doc

Domani la formalizzazione della promozione. Entro un mese Consiglio Ue liquida

Von der Layen da Draghi con ok formale all’Italia: promozione doc
Bruxelles, 21 giu. (askanews) – Arriverà domani, con una decisione per procedura scritta ormai scontata, il primo via libera della Commissione europea al Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) dell’Italia, che sarà finanziato per 191,5 miliardi di euro dal fondo europeo Rrf (“Recovery and Resilience Facility”, con 68,0 miliardi in sovvenzioni e 122,6 miliardi in presiti) più 30,6 miliardi dal “Fondo complementare” nazionale.


La presidente della Commissione Ursula von der Leyen consegnerà personalmente al presidente del Consiglio Mario Draghi, domani il Pnrr italiano con il “bollino” dell’Esecutivo comunitario che ne certifica la rispondenza a tutti i criteri previsti per poter beneficiare dei fondi Ue.



Il via libera della Commissione consiste, in sostanza, in una valutazione positiva del piano nazionale, sotto forma di “decisione di attuazione” (“implementing act”), che viene sottoposta al Consiglio Ue per l’approvazione finale, entro un mese.


Sempre domani, Von der Leyen si recherà anche in Lettonia e in Germania, per consegnare ai rispettivi capi di governo i loro piani nazionali “promossi” dalla Commissione, come è già successo oggi per i Pnrr di Austria e Slovacchia, e la settimana scorsa per quelli di Portogallo, Spagna, Danimarca, Lussemburgo, Grecia. Mercoledì, poi, è previsto che tocchi anche alla Francia e al Belgio.



Questi 12 Stati membri dovrebbero poi ricevere l’approvazione definitiva dal Consiglio Ue (in questo caso l’Ecofin) alla riunione di luglio, prevista il 13. Se necessario, la presidenza di turno slovena del Consiglio Ue potrà convocare una riunione straordinaria supplementare, sempre a luglio, per completare l’approvazione di tutti e 12 i Pnrr.


L’approvazione del Consiglio permetterà l’erogazione, probabilmente già durante l’estate, del prefinanziamento, pari al 13% del totale dei fondi europei previsti per ogni piano nazionale. Per l’Italia sono quasi 25 miliardi di euro.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su