Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Recovery, Draghi: priorità ai giovani, alla parità di genere e al Sud

colonna Sinistra
Giovedì 8 aprile 2021 - 18:48

Recovery, Draghi: priorità ai giovani, alla parità di genere e al Sud

Così il premier nell'incontro con le Regioni
Recovery, Draghi: priorità ai giovani, alla parità di genere e al Sud

Roma, 8 apr. (askanews) – Il Piano nazionale di ripresa e resilienza ha tre priorità trasversali – Giovani, Parità di Genere e ‘Sud’ – e sei missioni: Digitalizzazione, Transizione Ecologica, Infrastrutture, Istruzione e Ricerca, Inclusione e Coesione e Salute. Lo ha ricordato il presidente del Consiglio Mario Draghi, nel corso dell’incontro con le Regioni.

Per quanto riguarda la digitalizzazione, secondo quanto si apprende, Draghi ha detto che puntiamo a una diffusione capillare della fibra ottica su tutto il territorio e in particolare nel Mezzogiorno. Sosteniamo i settori culturali e creativi del Paese, duramente colpiti dalla pandemia. Ad esempio, vogliamo rendere le imprese del settore turistico più competitive, e permettere loro di digitalizzare i propri servizi.

Per quanto riguarda le infrastrutture, haspiegato, interveniamo nelle ferrovie, e in particolare nell’alta velocità verso il Sud per merci e passeggeri; e nell’alta velocità che collega il Nord all’Europa. Rafforziamo le linee ferroviarie regionali e i nodi metropolitani, con particolare attenzione all’elettrificazione delle linee meridionali e alla modernizzazione delle stazioni ferroviarie. Il piano per le strade include la manutenzione di numerosi ponti, viadotti e gallerie, ad esempio sulle autostrade A24 e A25 che attraversano l’Italia da Est a Ovest.

Nell’ambito della missione ‘Istruzione e ricerca’, ha proseguito, potenziamo l’offerta di asili nido e scuole materne, che sono fondamentali per raggiungere una vera parità di genere.

Per i giovani, rilanciamo gli istituti di formazione professionale (ITS) e ampliamo l’accesso a sussidi, alloggi e sgravi fiscali per i ragazzi meritevoli in condizioni economiche e sociali difficili. Dobbiamo investire di più in ricerca e sviluppo, e incentivare i privati a fare lo stesso, soprattutto in quei contesti, come il meridione, dove la domanda di innovazione è ancora carente.

Afe/Int2

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su