Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Politica
  • Strada (Lce): adottiamo anche in Lombardia patentino per vaccino

colonna Sinistra
Mercoledì 13 gennaio 2021 - 17:31

Strada (Lce): adottiamo anche in Lombardia patentino per vaccino

Presentata mozione, "riprendere in sicurezza sport e attività"
Strada (Lce): adottiamo anche in Lombardia patentino per vaccino

Milano, 13 gen. (askanews) – “Siamo convinti che, per tutelare efficacemente i cittadini dalla pandemia, sia molto importante effettuare una vaccinazione anti Covid-19 massiccia e bene organizzata”. Lo afferma Elisabetta Strada (Consigliere regionale Lombardi Civici Europeisti), che si dice persuasa che “proprio perché attualmente questa vaccinazione è facoltativa per tutti, sia importante promuovere una corretta informazione del pubblico per dissipare eventuali dubbi e incentivare l’adesione in massa dei cittadini. E in questo modo aiutare l’immunità di gregge, proteggere se stessi ma anche chi -per ragioni di salute o perché il vaccino non è ancora sufficientemente testato (come nel caso dei minori)- non può vaccinarsi”.

Strada ha presentato una mozione da discutere alla ripresa dei lavori dell’aula martedì 19 per seguire “l’esempio di altre regioni e la richiesta di alcuni Stati membri dell’Unione Europe” e chiedere di istituire un ‘patentino’ per i cittadini vaccinati contro il Covid-19, con la finalità di rendere possibile la ripresa rapida e soprattutto duratura e in sicurezza di tutte le attività educative, economiche e ricreative”.

“Proprio stamane – conclude Strada – in Commissione Sanità, il Commissario operativo regionale per la campagna vaccinale anti Covid-19 Giacomo Lucchini ci ha confermato che tale vaccinazione verrà inserita nel fascicolo sanitario di ognuno, ma non è al corrente, ad oggi, di altre modalità di attestazione previste. Quello che chiediamo è che il patentino possa essere rilasciato al cittadino che ha completato il ciclo di vaccinazione anti Covid-19 per accedere a manifestazioni sportive, trasporto pubblico e attività ricreative, per una ripresa sicura di tutte le attività socializzanti. Allo stesso modo i cittadini che, per ragioni di salute, non possono essere vaccinati, disporrebbero di un tesserino che li dichiari esentati”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su