La Banca centrale Svizzera: assicurate "ingenti liquidità", arginata la crisi Credit Suisse - askanews.it
Esci

Autonomia, Calenda: fatta così è solo lo scalpo che vuole Calderoli

Più poteri alle Regioni? D'accordo ma no a più costi e più burocrazia

GEN 19, 2023 -

Roma, 19 gen. (askanews) – La proposta di autonomia regionale differenziata elaborata dal ministro Calderoli “è lo scalpo che la Lega chiede al Governo”. Lo ha detto ai cronisti Carlo Calenda, dopo l’incontro della delegazione di Azione-Italia viva con la ministra delle Riforme, Elisabetta Casellati. “E io sono estremamente sorpreso – ha aggiunto – che una premier che ha passato tutta la vita a spiegare che era sovranista, nazionalista, non dico fascista perché non si può dire però diciamo maschiamente per l’unità nazionale e la prima cosa che fa è un casino di autonomia che non funzionerà mai. Ha un po’ di confusione…”. “Il problema di Calderoli – ha sostenuto Calenda – è che non gliene frega niente, deve tirare fuori lo scalpo e dire ‘ho lo scalpo dell’autonomia’, che non verrà mai implementata, che non funzionerà, che costruirà un disastro ma sono tutte bandiere”. “Siamo d’accordo – ha spiegato il leader di Azione – a dare più poteri alle Regioni su alcune materie ma bisogna stare molto attenti perchè se no esce fuori non una semplificazione ma un disastro con più costi e più complessità per i cittadini”. A suo giudizio la proposta governativa dell’autonomia regionale differenziata “così com’è è sbagliata. Ci lamentiamo sul federalismo che non riusciamo a fare le infrastrutture energetiche e/o che abbiamo regole ambientali diverse in ogni regione italiana. L’autonomia peggiora, fatta in questo modo, questa situazione. Se tu dici che devono avere più poteri su cose molto specifiche siamo d’accordo. Ma non che tu fai le reti elettriche o le infrastrutture energetiche regionali. Ma qua non si riesce a fare un termovalorizzatore, un rigassificatore… Così l’Italia salta per aria. Quindi il problema non è per il Sud, è per il Nord”. “E quando io parlo con gli imprenditori declinandogli cosa vuol dire autonomia, i primi a spaventarsi sono loro. E’ stata raccontata come ‘pagherete meno tasse’, è una balla. E’ solo un modo in cui Regioni si appropriano di più soldi e costruiscono strutture burocratiche doppie rispetto a quelle che già ci sono”, ha detto ancora Calenda.