La Banca centrale Svizzera: assicurate "ingenti liquidità", arginata la crisi Credit Suisse - askanews.it
Esci

Arte Spezia: oltre 20 mln per recuperare 278 alloggi Erp e Ers

Toti: programma permette di allargare offerta edilizia popolare

MAR 13, 2023 -

Genova, 13 mar. (askanews) – Oltre 20 milioni di euro per lavori di messa in sicurezza, efficientamento energetico e recupero di alloggi sfitti a La Spezia e provincia. È la programmazione di Arte Spezia che è stata presentata questa mattina alla presenza del presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, dell’assessore regionale alle Politiche abitative Marco Scajola, del sindaco e presidente della Provincia della Spezia Pierluigi Peracchini, dell’assessore ai Servizi Sociali Lorenzo Brogi e dei sindaci di tutti i Comuni interessati agli interventi. Il piano, frutto della collaborazione tra Arte, Regione Liguria e Comuni, riguarda 278 alloggi, dei quali 194 sfitti. “È un piano – spiega Toti – che ci consente di rimettere a disposizione di quella fascia di cittadini in maggiore difficoltà quasi 300 alloggi diffusi in tutta la provincia di La Spezia. Il tema della casa in questo momento è centrale e questo programma permette di allargare l’offerta di edilizia popolare in un momento di crisi dopo gli anni del Covid, e anche di recuperare edifici pubblici, patrimonio della Regione, con principi di efficientamento energetico e dei consumi, attraverso una ristrutturazione che riguarderà anche gli spazi comuni, e che aiuterà il grande piano di transizione ambientale ed ecologica a cui lavora l’intero Paese”. “Più di 300 famiglie – aggiunge Scajola – potranno avere presto un’abitazione. Nello specifico gli alloggi saranno assegnati agli inquilini Erp che sono nelle graduatorie dei rispettivi Comuni e lo stesso succederà per gli alloggi Ers destinati a famiglie con un reddito medio, che però hanno avuto un impoverimento post Covid e necessitano anche loro di assistenza”. “Oggi – conclude Peracchini – presentiamo un piano straordinario che abbiamo voluto grazie a Regione Liguria e Arte per rispondere ai bisogni sempre maggiori della cittadinanza che è più in difficoltà, un segnale veramente storico perché non è mai successo di avere un intervento di questa rilevanza economica e sociale nel nostro territorio. Andiamo a recuperare importanti edifici e appartamenti ed è un percorso iniziato cinque anni fa, riuscendo a raddoppiare la media della consegna degli appartamenti: insieme, lavorando così, riusciremo a dare risposte di qualità anche di fronte alle nuove povertà e esigenze”.