Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Lollobrigida: “Agro-zootecnia traino dell’economia italiana”

colonna Sinistra
Mercoledì 11 gennaio 2023 - 14:16

Lollobrigida: “Agro-zootecnia traino dell’economia italiana”

Intervista del ministro alla rivista di ASSALZOO

Lollobrigida: “Agro-zootecnia traino dell’economia italiana”
Roma, 11 gen. (askanews) – L’importanza della zootecnia italiana come settore trainante per la nostra economia, l’attenzione alla produzione di alimenti sani e di qualità e alla difesa del cibo naturale e del Made in Italy, con lo sguardo sempre rivolto al benessere animale e alla sostenibilità ambientale: sono alcuni degli argomenti trattati da Francesco Lollobrigida, il nuovo Ministro dell’Agricoltura, della Sovranità Alimentare e delle Foreste (Masaf), nell’intervista pubblicata sul nuovo numero di “Mangimi&Alimenti”, la rivista ufficiale di ASSALZOO, l’Associazione Nazionale tra i Produttori di Alimenti Zootecnici.


“Le produzioni agro-zootecniche rappresentano uno dei principali settori dell’economia della nostra nazione. Realtà ed eccellenze che generano numeri importanti per l’economia italiana. Anche per la zootecnia, settore al centro di un forte dibattito ambientale, ci sono a disposizione risorse importanti per il benessere animale, la riduzione dell’uso di farmaci e una grande attenzione alla sostenibilità e alle legittime aspettative dei consumatori di avere a disposizione alimenti sani e di qualità. Come Governo vogliamo essere in prima linea nella difesa del cibo naturale, uno dei punti di forza del nostro Made in Italy, e intendiamo contrastare in ogni sede il cibo artificiale che rischia di spezzare il legame millenario che esiste tra la filiera agroalimentare e i prodotti destinati al consumo”, afferma il Ministro nell’intervista.



“La sfida che abbiamo voluto raccogliere è preservare, difendere e valorizzare le nostre produzioni uniche”, continua Lollobrigida. “Il settore agroalimentare deve riappropriarsi del ruolo da protagonista che gli spetta e il Governo Meloni intende farlo promuovendo un sistema di valori che tutela e sostiene le produzioni, le identità e le tradizioni dei nostri territori rurali. Con il cambio di denominazione del ministero che ho l’onore di guidare pro-tempore abbiamo voluto dare un segnale chiaro. Non è stata una decisione simbolica ma sostanziale perché questo governo si è dato una doppia missione: difendere il diritto di una nazione di scegliere il proprio modello produttivo e alimentare in alternativa all’omologazione alimentare globale e al cibo sintetico e tutelare i consumatori assicurando cibo disponibile per tutti e di qualità”. L’importanza delle produzioni Made in Italy è stata sottolineata nel nuovo numero della rivista anche da Silvio Ferrari, Presidente di ASSALZOO. “L’Italia ha alcuni primati dei quali andiamo orgogliosi. È il secondo paese al mondo per longevità e se è vero che noi siamo quello che mangiamo, allora la zootecnia italiana contribuisce in modo importante a questo primato”, scrive Ferrari nell’editoriale. “L’Italia ha una forte cultura eno-gastronomica, è il paese al mondo con il maggior numero di prodotti alimentari DOP e IGP. Questi riconoscimenti di eccellenze produttive arrivano, per molti alimenti, dalla filiera zootecnica e hanno portato al Made in Italy un sostegno indiscutibile. Non è possibile, infatti, immaginare il Made in Italy agroalimentare senza le produzioni zootecniche DOP che caratterizzano produzioni di qualità indiscussa, apprezzate, ricercate e copiate in tutto il mondo”, conclude il Presidente di ASSALZOO.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su