Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Assemblea generale Onu ha approvato unanime iniziativa Uzbekistan

colonna Sinistra
Lunedì 19 dicembre 2022 - 17:12

Assemblea generale Onu ha approvato unanime iniziativa Uzbekistan

Adottata risoluzione su ruolo parlamenti in sviluppo sostenibile voluta da Mirziyoyev

Assemblea generale Onu ha approvato unanime iniziativa Uzbekistan
Roma, 19 dic. (askanews) – L’Assemblea generale delle Nazioni Unite ha approvato all’unanimità la risoluzione “Rafforzamento del ruolo dei parlamenti nell’accelerare il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG)”. Una conquista diplomatica importante per l’Uzbekistan, dato che la risoluzione è stata proposta dal presidente Shavkat Mirziyoyev durante la 75a sessione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2020.


La risoluzione approvata la settimana scorsa sottolinea l’importante ruolo dei parlamenti nel rinnovare l’impegno per l’unità, la solidarietà e la cooperazione multilaterale per sostenere una ripresa inclusiva, resiliente e duratura dalla pandemia di COVID-19 e accelerare l’impegno per lo sviluppo sostenibile per non lasciare indietro nessuno.



L’Assemblea generale invita gli Stati a sostenere e coinvolgere i parlamenti nei processi di follow-up e revisione degli SDG, in particolare nella preparazione di revisioni nazionali volontarie, e ad assisterli nel garantire e rafforzare la titolarità e la responsabilità nazionali.


Particolare attenzione è rivolta alla possibilità di garantire la parità di genere, che dovrebbe essere un elemento centrale degli sforzi volti ad accelerare i progressi verso il raggiungimento degli SDG, promuovendo la partecipazione piena, equa e significativa delle donne negli organi legislativi e nei processi parlamentari.



Come sottolinea una nota diplomatica uzbeka, si riconosce l’importante ruolo e il contributo dei giovani alla riuscita attuazione dell’Agenda 2030 e la necessità di garantire la piena, equa e significativa partecipazione dei giovani ai processi parlamentari.


Il documento è stato redatto da 80 stati di tutti i continenti del mondo, inclusi tutti i paesi dell’Asia Centrale, nonché Austria, Algeria, Bangladesh, Bahrain, Belgio, Germania, Egitto, Spagna, Indonesia, Italia, Qatar, Cina, Colombia, Repubblica di Corea, Malesia, Paesi Bassi, Norvegia, Pakistan, Portogallo, Singapore, Finlandia, Francia, Svezia, Giappone e altri.



La risoluzione è stata accolta favorevolmente dalle strutture delle Nazioni Unite e da altre organizzazioni internazionali. Si sottolinea che la risoluzione diventerà una guida unica per i parlamentari, mobilitando i loro sforzi nell’attuazione accelerata degli SDG.


L’Unione interparlamentare considera questo documento un passo importante nella preparazione al vertice SDG, che si terrà nel settembre 2023 nell’ambito della Settimana di alto livello della 78a sessione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite.


CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su