Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Le “5 Stelle d’Oro in Cucina” alla chef italoromena Dorina Burlacu

colonna Sinistra
Mercoledì 19 ottobre 2022 - 21:38

Le “5 Stelle d’Oro in Cucina” alla chef italoromena Dorina Burlacu

Il premio assegnato a Firenze per la pasta "Il giardino incantato"

Le “5 Stelle d’Oro in Cucina” alla chef italoromena Dorina Burlacu
Roma, 19 ott. (askanews) – Per un giorno Firenze è stata la capitale italiana della cultura gastronomica. All’Auditorium Santa Apollonia si è svolta la prima edizione internazionale del “Premio 5 Stelle d’Oro in Cucina”, organizzata dall’Associazione Italiana Cuochi (AIC), sotto il patrocinio della Regione Toscana, rappresentata dal Presidente della Regione, Eugenio Giani.


Tra i premiati, accanto a chef stellati, c’è la chef reggiana di origine romena Dorina Burlacu, che ha ricevuto il diploma e il riconoscimento ufficiale dal Presidente AIC, chef Simone Falcini, accompagnato da chef Daniele Gorini, responsabile dei cuochi presso AIC.



All’evento sono stati invitati 400 rappresentanti della categoria, tra cui una trentina di chef stellati, cuochi professionisti, junior chef e food blogger. Nella mattinata, i cuochi hanno sfilato in giacca e con il cappello specifico della categoria per le strade del centro di Firenze. Poi, nel pomeriggio, si è svolta la cerimonia di assegnazione dei premi “5 Stelle d’Oro in Cucina”.


Per gli organizzatori, “il trofeo della cucina viene conferito ai Cuochi e Chef che annualmente si distinguono per avere contribuito a diffondere la buona cucina nel mondo. L’ambito premio è motivo di vanto e di orgoglio per tutta la categoria e ha un enorme valore nel panorama italiano e mondiale”.



Così la chef Dorina Burlacu, dopo la premiazione: “E’ stata una grande emozione per me partecipare a questo evento davvero grandioso. Insieme a centinaia di chef e cuochi di tutta l’Italia e anche dal mondo ci siamo ritrovati e abbiamo sfilato sulle strade della bellissima Firenze, sotto al Duomo di Firenze o vicino la casa di Dante, simboli della nostra Italia che riunisce eccellenze in tanti ambiti diversi. Ho dedicato il premio alla mia città d’adozione, Reggio Emilia e alla terra che mi ha accolto 30 anni fa, quando sono arrivata in Italia, dalla Romania e mi sono innamorata della cucina italiana. Lo dedico a tutte le donne chef che affrontano un percorso più difficile dei loro colleghi uomini per affermarsi in quest’ambito”.


“Vorrei ringraziare gli organizzatori per il modo in cui siamo stati accolti e valorizzati. E’ stata una magia scoprire che non siamo solo una categoria forte, ma anche una grande squadra. Ricevere un premio accanto a chef stellati come Gaetano Trovato (2 stelle Michelin) è stato un grande onore. Ricordiamo inoltre che la cucina italiana è considerata la migliore al mondo e va comunicata come si deve, sottolineando anche gli aspetti della nutrizione sana. E’ una mia missione, da anni, promuovere questa filosofia sui canali social, come Facebook per esempio. Per questo sono contenta che all’evento sono stati invitati e coinvolti anche foodblogger o influencer come Maria Grazia Celella, i Mollica’s o vincitori dei più importanti contest tv nazionali gastronomici”, ha concluso la chef.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su