Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Dalla Russia fanno sapere che il “missile balistico Sarmat può colpire ovunque”

colonna Sinistra
Giovedì 22 settembre 2022 - 09:41

Dalla Russia fanno sapere che il “missile balistico Sarmat può colpire ovunque”

Parla il progettista della nuova testata: è un "Satan al quadrato"

Dalla Russia fanno sapere che il “missile balistico Sarmat può colpire ovunque”
Milano, 22 set. (askanews) – Il missile balistico intercontinentale Sarmat ha dozzine di tipi di equipaggiamento da combattimento, che gli consentono di colpire “praticamente in qualsiasi punto della Terra”. Vladimir Degtyar, direttore generale e capo progettista della Makeev – azienda di progettazione missilistica russa – e accademico in un’intervista a Ria Novosti, ha paragonato il nuovo missile balistico intercontinentale russo Sarmat con il suo predecessore chiamandolo “Satan al quadrato”. Le sue parole seguono di 24 ore il discorso di Vladimir Putin: “E coloro che stanno cercando di ricattarci con armi nucleari dovrebbero sapere che anche la rosa dei venti può girare nella loro direzione”, ha detto Putin nel suo discorso di ieri.


E oggi puntuale arriva la spiegazione di quanto gli armamenti nucleari della Russia si stanno ampliando. “L’equipaggiamento del Sarmat include diverse dozzine di tipi di carico utile, che gli consentono di svolgere i suoi compiti praticamente in qualsiasi parte del mondo”, ha affermato Degtyar.



Secondo Mosca il Sarmat – ancora in fase di test – sarà il missile militare più potente al mondo, con la più lunga gittata su bersagli, che aumenta significativamente la potenza di combattimento delle forze nucleari strategiche russe.


“Gli esperti della NATO hanno già chiamato il Sarmat “Satan-2”.



Io lo chiamerei “Satan al quadrato”, ha detto Degtyar, definendo il Sarmat un tempestivo sostituto del Satan.


Secondo il capo progettista, in condizioni geopolitiche difficili, Sarmat sarà uno “scudo affidabile” per la Federazione Russa, il principale fattore di deterrenza nucleare, una garanzia di pace e un pretesto per riprendere veri negoziati sulla riduzione e limitazione degli armamenti strategici offensivi.



Cgi/Int13


CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su