Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Draghi: Italia e Turchia sono unite nella condanna dell’invasione russa e nel sostegno a Kiev

colonna Sinistra
Martedì 5 luglio 2022 - 19:09

Draghi: Italia e Turchia sono unite nella condanna dell’invasione russa e nel sostegno a Kiev

"In prima linea per una soluzione negoziale"

Draghi: Italia e Turchia sono unite nella condanna dell’invasione russa e nel sostegno a Kiev
Roma, 5 lug. (askanews) – “Italia e Turchia sono unite nella condanna dell’invasione russa dell’Ucraina e nel sostegno a Kiev. Allo stesso tempo, siamo in prima linea nel cercare una soluzione negoziale che fermi le ostilità e garantisca una pace stabile e duratura. Una pace che l’Ucraina e il presidente Zelensky ritengano accettabile”. Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi, in conferenza stampa ad Ankara.


In generale, “c’è la volontà comune di rafforzare la collaborazione tra i nostri Paesi: Italia e Turchia sono partner, amici e alleati. Abbiamo davanti grandi sfide e vogliamo lavorare insieme per affrontarle”, ha detto il presidente del Consiglio. In merito alla situazione della Libia, “la pace e la stabilizzazione” della regione “sono obiettivi prioritari di Italia e Turchia. Abbiamo convenuto di fare tutto il possibile per riportare pace e stabilità in Libia. Il nostro coordinamento diventerà più stretto in futuro”. E “abbiamo deciso di lavorare molto strettamente insieme”.



Il premier, in conferenza stampa ha affrontato il problema dell’emergenza e ha sottolineato che “la gestione dei migranti deve essere umana ed efficace. Noi cerchiamo di salvare i migranti, il nostro comportamento è straordinario: siamo il Paese certamente più aperto, ma non si può essere aperti senza limiti perchè a un certo punto il paese non ce la fa più. Abbiamo posto il tema in Ue, con Erdogan, alla Grecia. Siamo il Paese meno discriminante e più aperto ma – ha avvertito – abbiamo dei limiti e ora ci siamo arrivati”.


Afe/Int14



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su