Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Johnson: “Dobbiamo evitare una cattiva pace in Ucraina”

colonna Sinistra
Giovedì 23 giugno 2022 - 07:05

Johnson: “Dobbiamo evitare una cattiva pace in Ucraina”

"L'unità dell'Occidente è ben più evidente delle divisioni"

Johnson: “Dobbiamo evitare una cattiva pace in Ucraina”
Roma, 23 giu. (askanews) – “Non possiamo essere più ucraini degli ucraini, è la loro crisi, loro devono decidere cosa vogliono fare. Ma è assolutamente chiaro che loro non cederanno territori in cambio della pace, non faranno un cattivo accordo”: lo ha affermato il premier britannico Boris Johnson, intervistato dal Corriere della Sera.


“Non vogliono essere forzati a un negoziato, non acconsentiranno a un conflitto congelato nel quale Putin è in grado di continuare a minacciare ulteriore violenza e aggressione. Il territorio ucraino deve essere restaurato, almeno nei confini prima del 24 febbraio, la sovranità e la sicurezza dell’Ucraina devono essere protette”, ha proseguito Johnson.



Secondo il premier britannico anche in Europa “c’è il rischio di una stanchezza sull’Ucraina, c’è il rischio che la gente non riesca a vedere che questa è una battaglia vitale peri nostri valori, per il mondo. I costi dell’energia, la spinta dell’inflazione, i prezzi del cibo stanno avendo un impatto sulla fermezza delle persone: ma questo non sta avendo un impatto sulla fermezza del Regno Unito”.


“Trovo però che l’unità dell’Occidente sia ben più evidente delle divisioni. Il futuro del mondo dipende dal mantenere una forte, robusta posizione sull’Ucraina: cosa dobbiamo fare è lavorare assieme come europei per evitare quello che credo sarebbe un disastro, ossia una cattiva pace in Ucraina, costringere gli ucraini ad accettare termini che dovrebbero essere un anatema per gli europei”, ha concluso.



red/Mgi/Int13




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su