Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Cosa sta succedendo in Giappone dove c’è un record di casi covid

colonna Sinistra
Martedì 18 gennaio 2022 - 17:42

Cosa sta succedendo in Giappone dove c’è un record di casi covid

Governo pronto a dichiarare l'emergenza

Cosa sta succedendo in Giappone dove c’è un record di casi covid
Roma, 18 gen. (askanews) – Il primo ministro giapponese, Fumio Kishida, si prepara a dichiarare un quasi stato di emergenza a Tokyo e in molte altre regioni dopo che il Paese ha riportato il maggior numero di nuovi casi di coronavirus dall’inizio della pandemia. Kishida dovrebbe fare un annuncio formale questa settimana, dando ai governatori locali il potere di chiedere a bar e ristoranti di smettere di servire alcolici e chiudere presto e ai residenti di non viaggiare oltre i confini della prefettura.


Le autorità giapponesi non hanno il potere legale di imporre orari di apertura più brevi o restrizioni ai movimenti delle persone, ma le aziende che si rifiutano di collaborare possono essere multate.Il Giappone ha riportato più di 30.000 nuovi casi oggi, ben al di sopra del precedente record di quasi 26.000 lo scorso agosto, subito dopo che Tokyo aveva ospitato le Olimpiadi estive. La capitale giapponese ha registrato 5.148 nuovi contagi – un aumento di oltre cinque volte rispetto allo stesso giorno della scorsa settimana – mentre Osaka ha registrato 5.396 contagi.



Secondo quanto riferito, le misure entreranno in vigore venerdì a Tokyo e in altre 12 prefetture e termineranno il 13 febbraio.


Okinawa e altre due prefetture sono già sottoposte a misure di quasi emergenza a seguito di epidemie nelle basi militari statunitensi che si sono estese alla popolazione civile locale.



La variante Omicron sembra trainare l’ultima ondata di casi in quella che i funzionari descrivono come una sesta ondata. Attualmente il tasso di occupazione dei letti d’ospedale per i pazienti Covid è del 23,4%: l’occupazione dovrebbe raggiungere il 50% per innescare un pieno stato di emergenza.


Circa l’80% dei 125 milioni di abitanti del Giappone ha effettuato una doppia vaccinazione, ma solo l’1% circa ha ricevuto un booster. Il governo ha promesso di accelerare, ma la maggior parte dei giapponesi dovrà attendere fino a marzo o più tardi secondo la tabella di marcia attuale.



Ihr/Int2


CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su