Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Covid, Oms: Omicron in 57 Paesi, ma presto per conclusioni su suo impatto

colonna Sinistra
Giovedì 9 dicembre 2021 - 07:08

Covid, Oms: Omicron in 57 Paesi, ma presto per conclusioni su suo impatto

Variante Delta rimane la più diffusa, in particolare in Europa e Usa

Covid, Oms: Omicron in 57 Paesi, ma presto per conclusioni su suo impatto
Roma, 9 dic. (askanews) – La variante Omicron del Covid-19 è ora segnalata in 57 paesi e continua a diffondersi rapidamente in Sudafrica. Ma dato che la variante Delta rimane dominante, in particolare in Europa e negli Stati Uniti, è ancora troppo presto per trarre conclusioni sull’impatto globale di Omicron, ha affermato l’Organizzazione mondiale della Sanità.


Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie ha previsto che la variante Omicron potrebbe diventare la variante dominante in Europa entro pochi mesi. Per ora, tuttavia, la variante Delta continua a dominare i casi di contagio e sono necessari più dati per determinare l’infettività e la gravità di Omicron, ha precisato l’Oms.



“Mentre sembrano esserci prove che la variante Omicron possa avere un vantaggio di crescita rispetto ad altre varianti circolanti, non è noto se ciò si tradurrà in una maggiore trasmissibilità”, è scritto in un rapporto dell’Oms.


Degli 899.935 campioni di test Covid-19 sequenziati e caricati nel database globale Covid negli ultimi 60 giorni, 897.886 (99,8%) sono stati confermati Delta, mentre 713 (0,1%) erano Omicron.



Il Sudafrica ha riportato 62.021 casi della variante tra il 29 novembre e il 5 dicembre, un aumento del 111% rispetto alla settimana precedente.


Coa



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su