Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Tedros (Oms): la distribuzione dei vaccini anti-covid è ingiusta per l’Africa

colonna Sinistra
Mercoledì 15 settembre 2021 - 14:47

Tedros (Oms): la distribuzione dei vaccini anti-covid è ingiusta per l’Africa

La condanna del direttore generale dell'Organizzazione mondiale della Sanità

Tedros (Oms): la distribuzione dei vaccini anti-covid è ingiusta per l’Africa
Roma, 15 set. (askanews) – Il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha condannato la scarsa distribuzione di vaccini Covid nei Paesi africani e ha chiesto una maggiore capacità di produzione medica in tutto il continente. Intervenendo a un dibattito su Invest Africa, Tedros Adhanom Ghebreyesus ha dichiarato oggi: “La distribuzione dei vaccini è stata terribilmente ingiusta”, ha dichiarato oggi Tedros Adhanom Ghebreyesus intervenendo a un dibattito su Invest Africa, aggiungendo che molti Paesi africani non hanno ancora un accesso sufficiente e che meno del 2% dei vaccini mondiali è stato distribuito nel continente. Il numero uno dell’Oms ha detto che l’agenzia dell’Onu punta ad aiutare i Paesi africani per raggiungere il 40% di vaccinazioni entro la fine dell’anno.


“La pandemia è la chiara dimostrazione che dobbiamo rafforzare la capacità di produzione in Africa dei vaccini e di altri prodotti medici”, ha detto prima di invitare le imprese a fare tutto il possibile per combattere la pandemia, per sostenere la costruzione dell’industria per i vaccini e altri prodotti medici in Africa e per cercare supporto per la costruzione di sistemi sanitari più forti nel continente.



“La pandemia è una potente dimostrazione che la salute non è un bene di lusso o semplicemente un risultato dello sviluppo. È il fondamento della stabilità sociale, economica e politica”, ha detto ancora Tedros affermando che l’impatto del Covid-19 va ben oltre il virus. Il numero uno dell’Oms ha aggiunto che l’inflazione è “dilagante”, milioni di persone hanno perso il lavoro e il turismo ha rallentato, fattori che stanno avendo un “impatto destabilizzante sulla economia e la sicurezza del nostro continente e sulle prospettive per i suoi giovani”.


Anche se ha affermato che i casi in Africa sono in calo da diverse settimane, “la pandemia non è ancora finita” e “nessun Paese può permettersi di abbassare la guardia”.



Ihr/Int2




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su