Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Papa a Rom: anche noi cristiani “aggettiviamo” con pregiudizi

colonna Sinistra
Martedì 14 settembre 2021 - 16:35

Papa a Rom: anche noi cristiani “aggettiviamo” con pregiudizi

Visita la comunità in un quartiere di Kosice in Slovacchia

Papa a Rom: anche noi cristiani “aggettiviamo” con pregiudizi
Città del Vaticano, 14 set. (askanews) – “Quante volte i giudizi sono in realtà pregiudizi, quante volte aggettiviamo!”. Così papa Francesco alla comunità Rom che abita nel quartiere Luník IX di Kosice in Slovacchia.


“Non è facile andare oltre i pregiudizi, anche tra i cristiani”, ha detto Jorge Mario Bergoglio. “Non è semplice apprezzare gli altri, spesso si vedono in essi degli ostacoli o degli avversari e si esprimono giudizi senza conoscere i loro volti e le loro storie”.



“Ma ascoltiamo che cosa dice Gesù nel Vangelo: ‘Non giudicate’. Il Vangelo non va addolcito, non va annacquato. Non giudicate, ci dice Cristo. Quante volte, invece, non solo parliamo senza elementi o per sentito dire, ma ci riteniamo nel giusto quando siamo giudici rigorosi degli altri. Indulgenti con noi stessi, inflessibili con gli altri. Quante volte i giudizi sono in realtà pregiudizi, quante volte aggettiviamo! E’ sfigurare con le parole la bellezza dei figli di Dio, che sono nostri fratelli”.


“Cari fratelli e sorelle”, ha detto ancora il papa, “troppe volte siete stati oggetto di preconcetti e di giudizi impietosi, di stereotipi discriminatori, di parole e gesti diffamatori. Con ciò tutti siamo divenuti più poveri, poveri di umanità. Quello che ci serve per recuperare dignità è passare dai pregiudizi al dialogo, dalle chiusure all’integrazione. Ma come fare? Nikola e René – ha proseguito il papa rivolto a una coppia che ha introdotto con la propria testimonianza la visita di Francesco – ci avete aiutato: la vostra storia d’amore è nata qui ed è maturata grazie alla vicinanza e all’incoraggiamento che avete ricevuto. Vi siete sentiti responsabilizzati e avete voluto un lavoro; vi siete sentiti amati e siete cresciuti con il desiderio di dare qualcosa di più ai vostri figli”.



CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su