Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Giappone, ministro sanità a popolazione: attenti al Covid-19

colonna Sinistra
Domenica 1 agosto 2021 - 08:34

Giappone, ministro sanità a popolazione: attenti al Covid-19

Paese registra contagi record per variante delta

Giappone, ministro sanità a popolazione: attenti al Covid-19
Tokyo, 1 ago. (askanews) – Il ministro della Sanità giapponese ha lanciato un ulteriore appello alla popolazione affinché si astenga da comportamenti a rischio Covid, mentre il paese registra ogni giorno record di contagi e mentre a Tokyo, la città più colpita, si svolgono i Giochi olimpici.


Norihito Tamura ha scelto una delle principali trasmissioni televisive d’informazione per lanciare l’allarme rispetto alla diffusione della variante “delta” del nuovo coronavirus. “Rispetto alla scorsa settimana i contagiati sono raddoppiati. Procede man mano la sostituzione con la variante ‘delta’ del virus e questo ha una ricaduta sulla velocità della diffusione”, ha affermato il ministro. “Col cambiamento di fase, c’è possibilità che ci sia un’ulteriore accelerazione dei contagi e dovremo vedere come regolarci”.



Ieri i positivi rilevati dai test svolti in tutto il paese hanno aggiunto oltre 12mila unità al bilancio dei contagiati e a Tokyo si sono registrati oltre 3mila casi. Il Giappone, che ha gestito piuttosto bene nel 2020 la pandemia, si trova ora a uno snodo difficile, proprio mentre ospita le Olimpiadi estive, già rimandate lo scorso anno. Roma, 1 ago. (askanews) – Il Giappone ha mancato l’appuntamento con il vaccino a inizio anno. Una serie di problemi burocratici hanno portato a ritardare l’avvio della campagna vaccinale fino a fine febbraio. Oggi il ritmo della vaccinazione è molto più intenso e si somministrano circa un milione di dosi al giorno, ma i giapponesi sono 126 milioni e il governo spera di avere la copertura totale entro l’autunno. Sempre che si riesca a garantire l’approvvigionamento di vaccini: l’esecutivo, oltre al Pfizer BioNTech, ha fatto un accordo per l’acquisto di dosi di Moderna e ha approvato l’uso di AstraZeneca con l’idea di procedere con la vaccinazione eterologa.


In particolare, oggi al centro dell’attenzione è la fascia d’età dei quarantenni e cinquantenni e soprattutto i giovani, anche perché una buona parte degli ultrasessantenni ha avuto accesso al vaccino. Preoccupa il contatto con i giovani, i quali sono al momento poco raggiunti dal vaccino. “Se non allarghiamo le vaccinazioni, è probabile che si sviluppino tra i giovani cluster su cluster e lì potrebbero prodursi varianti che siano pericolose anche per loro”, ha detto Tamura, che vuole accelerare le vaccinazioni dei giovani.



“Anche se è una situazione dura, chiediamo comprensione al nostro popolo perché si sviluppi una comune consapevolezza”, ha anche detto il ministro, cercando di parlare a una popolazione che, secondo recenti sondaggi, sempre a ogni stato d’emergenza proclamato meno propenso a seguire le richieste pressanti del governo di evitare le uscite non necessarie.




CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su