Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • ##Brevetti vaccini, Commissione: restiamo contrari a sospensione

colonna Sinistra
Giovedì 10 giugno 2021 - 19:50

##Brevetti vaccini, Commissione: restiamo contrari a sospensione

García Ferrer: "Ecco la 'terza via' che proponiamo alla Wto"

##Brevetti vaccini, Commissione: restiamo contrari a sospensione
Bruxelles, 10 giu. (askanews) – La Commissione europea mantiene e conferma la propria posizione contraria alla sospensione dei brevetti sui vaccini anti-Covid, anche dopo la risoluzione votata ieri e adottata questa mattina dall’Europarlamento (con 355 voti favorevoli, 263 contrari e 71 astensioni), che chiede invece una deroga temporanea all’accordo Trips della Wto sulla tutela della proprietà intellettuale per i medicinali contro la pandemia. Lo ha detto oggi a Bruxelles la portavoce per il Commercio della Commissione, Miriam García Ferrer, durante il briefing quotidiano online dell’Esecutio comunitario per la stampa.


“Prendiamo nota della risoluzione del Parlamento europeo e la stiamo analizzando. Come abbiamo ripetuto più volte restiamo aperti a discutere qualsiasi opzione che possa facilitare l’espansione della produzione e un accesso equo ai vaccini anti-Covid in tutto il mondo”, ma “non siamo convinti – ha spiegato García Ferrer – che la sospensione dei brevetti sia la migliore risposta immediata”.



“Per questo – ha sottolineato la portavoce – abbiamo proposto quella che chiamiamo una ‘terza via’: abbiamo introdotto la settimana scorsa due proposte alla Wto (l’Organizzazione mondiale del commercio, ndr) come risposta universale a questa sfida, in cui offriamo diverse opzioni. Innanzitutto chiediamo di limitare le restrizioni al commercio, lasciando aperte le catene di approvvigionamento”. E in questo senso, l’Ue ha dato l’esempio: “Abbiamo esportato la metà delle dosi prodotte finora, circa 300 milioni di dosi”, ha ricordato.


In secondo luogo, ha continuato García Ferrer, “chiediamo l’espansione della produzione: per esempio l’Ue in Africa sta impegnando 1 miliardo di euro per creare dei centri di produzione dei vaccini”.



“Il terzo elemento molto importante, legato alla discussione sulla sospensione dei brevetti” è la richiesta dell’Ue di “chiarire e facilitare l’uso delle ‘flessibilità’ previste negli accordi Trips”, con particolare riferimento alle licenze obbligatorie. “Abbiamo fatto proposte concrete a questo riguardo, per semplificare” il ricorso a questi strumenti “e garantire che i paesi in via di sviluppo possano avere accesso a queste flessibilità degli accordi Trips quando non ci sono soluzioni volontarie che funzionano. Crediamo che questo sia il modo migliore per avere un accesso rapido ed equo ai vaccini per tutti”.


“Ieri – ha riferito la portavoce – in una discussione nel Consiglio Trips sono stati affrontati questi temi, e c’è stato un accordo fra i membri per iniziare i negoziati, sulla base delle proposte esistenti”. García Ferrer ha precisato di riferirsi “a tutte le proposte sul tavolo, sia quelle dell’Ue che quelle di Sudafrica e India”, che chiedono invece la sospensione dei brevetti.



“Negli accordi Trips – ha puntualizzato – ci sono diversi articoli che riguardano le licenze obbligatorie, a seconda che siano destinate a uso interno, oppure all’esportazione verso paesi senza capacità produttiva. E’ prevista anche una esenzione per i paesi meno sviluppati che non sono soggetti alla protezione dei brevetti, e quindi godono già di una sospensione di fatto” della tutela della proprietà intellettuale.


Ciò che sostiene l’Ue, ha indicato ancora la portavoce, “è che dobbiamo assicurare che questi articoli siano praticabili e possano essere attuati. Dobbiamo riconoscere che in una situazione di emergenza come è l’attuale pandemia è consentito l’uso di queste flessibilità”. Ma “dobbiamo anche essere sicuri che, quando siamo in queste situazioni e c’è una domanda di licenza obbligatoria, il detentore del brevetto abbia negato il suo consenso, e questo è un elemento importante da chiarire; e vogliamo – ha concluso García Ferrer – che tutto questo possa tradursi in una modifica del testo, se necessario”.


CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su