Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Un premio dei Presidenti per il gemellaggio Italia-Germania

colonna Sinistra
Martedì 13 aprile 2021 - 11:18

Un premio dei Presidenti per il gemellaggio Italia-Germania

Rese note modalità del premio voluto da Mattarella e Steinmaier
Un premio dei Presidenti per il gemellaggio Italia-Germania

Roma, 13 apr. (askanews) – In un incontro tenutosi a settembre scorso a Milano il presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier e il capo dello stato italiano Sergio Mattarella hanno deciso l’istituzione di un premio volto a favorire il gemellaggio tra città italiane e città tedesche. Le modalità del premio sono state definite a fine marzo . Il premio verrà assegnato al miglior progetto che le circa 400 città gemellate dei due Paesi presenteranno entro il 31 maggio. Nel sito internet del Quirinale leggiamo: “Con questo premio, è desiderio dei due Capi di Stato rendere omaggio alla cooperazione italo-tedesca e invitano i comuni tedeschi e italiani a concorrere al premio e così contribuire ad approfondire ulteriormente i molteplici contatti interpersonali e istituzionali esistenti tra i due Paesi”.

È stata la pandemia il fattore determinante. Ha messo in moto la solidarietà tra gli Stati partendo “dal basso”, come si suol dire, dai cittadini e dalle cittadine: medici e infermieri tedeschi che hanno curato e salvato pazienti italiani. L’aiuto che la Germania ha offerto all’Italia durante la prima ondata dell’epidemia è stato al centro di un incontro, ricco di significato, che Frank-Walter Steinmeier e Sergio Mattarella hanno avuto il 17 settembre 2020 a Milano a Palazzo Reale. Quel giorno i due Presidenti hanno conosciuto Felice Perani, uno dei 44 pazienti bisognosi di terapia intensiva curati in Germania nei primi mesi dell’emergenza. Perani ha raccontato la sua storia. Ricoverato a Pavia quando le terapie intensive del Nord Italia erano al collasso, era stato poi trasferito a Lipsia, dove aveva trascorso 15 giorni di coma e 70 in terapia intensiva. “Mi sono risvegliato in un posto che non conoscevo, con persone di cui non capivo la lingua: ho creduto di essere stato rapito. Mi hanno trattato come un figlio, come un fratello. Mi parlavano con gli occhi, erano commossi e piangevano”. “Queste parole mi onorano” è stato il breve commento di Steinmeier a cui è seguito quello di Mattarella: “è una storia bellissima”.

A Milano i due presidenti hanno incontrato anche alcuni sindaci convenuti in rappresentanza della rete di gemellaggi tra città italiane e tedesche. Tra loro il presidente dell’Anci (Associazione nazionale dei comuni italiani) Antonio Decaro, sindaco di Bari, e l’omologo tedesco Ralph Spiegler, sindaco della comunità amministrativa di Nieder-Olm, nel Land della Renania-Palatinato.

Allo scopo di promuovere la partnership italo-tedesca al livello comunale, Steimaier e Matteralla hanno annunciato la nascita del “Premio dei Presidenti per la cooperazione comunale tra Italia e Germania”. Il 16 marzo scorso i rispettivi uffici di presidenza hanno reso noti i termini del concorso. Il premio verrà assegnato al miglior progetto che le circa 400 città gemellate dei due Paesi presenteranno entro il 31 maggio. Nel sito internet del Quirinale leggiamo: “Con questo premio, è desiderio dei due Capi di Stato rendere omaggio alla cooperazione italo-tedesca e invitano i comuni tedeschi e italiani a concorrere al premio e così contribuire ad approfondire ulteriormente i molteplici contatti interpersonali e istituzionali esistenti tra i due Paesi”.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su