Header Top
Logo
Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • I pescatori liberati in Libia attesi nel pomeriggio a Ciampino

colonna Sinistra
Giovedì 17 dicembre 2020 - 13:19

I pescatori liberati in Libia attesi nel pomeriggio a Ciampino

Finita un'odissea durata 106 giorni
I pescatori liberati in Libia attesi nel pomeriggio a Ciampino

Palermo, 17 dic. (askanews) – E atteso oggi pomeriggio a Ciampino l’aereo con a bordo i 18 pescatori di Mazara del Vallo liberati a Bengasi dopo 106 giorni di prigionia. Una volta nella Capitale, i marittimi potranno riabbracciare i parenti che da settimane manifestavano davanti a Palazzo Chigi per chiedere un intervento risolutivo da parte del Governo. Quindi verranno ascoltati dal magistrato per riferire cosa accaduto nel Canale di Sicilia e nelle settimane di detenzione, e soltanto successivamente faranno rientro in Sicilia.

I pescatori (8 italiani, 6 tunisini, 2 indonesiani e 2 senegalesi) fanno parte degli equipaggi di due pescherecci, ed erano trattenuti da inizio settembre a Bengasi, roccaforte del generale Khalifa el-Haftar.

La liberazione è avvenuta stamani, dopo che il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, insieme al ministro degli Esteri Luigi Di Maio, era volato in Libia cancellando gli impegni istituzionali previsti per oggi.

Su Twitter Conte ha postato la foto dei 18 pescatori scrivendo: “Buon rientro a casa”.

Xpa/Int9

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra

Torna su