Header Top
Logo
Giovedì 6 Maggio 2021

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Coronavirus, in Austria la riapertura non ha accelerato i contagi

colonna Sinistra
Martedì 5 maggio 2020 - 15:39

Coronavirus, in Austria la riapertura non ha accelerato i contagi

La prima fase di allentamento misure lanciata il 14 aprile
Coronavirus, in Austria la riapertura non ha accelerato i contagi

Roma, 5 mag. (askanews) – La prima fase di uscita dal lockdown imposto in Austria per far fronte all’epidemia di coronavirus tre settimane fa, in cui migliaia di negozi sono stati riaperti, non ha portato a un nuovo picco di infezioni, sebbene sia necessaria ulteriore vigilanza. E’ quanto ha detto oggi il ministro della Sanità del Paese alpino.

Vienna ha agito tempestivamente contro la pandemia, chiudendo bar, ristoranti, scuole, teatri, negozi non essenziali e altri luoghi di ritrovo più di due mesi fa. Ciò ha contribuito a ridurre l’incremento quotidiano dei contagi a meno dell’1% e a mantenere il numero dei decessi relativamente basso, solo 606 ad oggi.

Sostenuta da questi numeri, il 14 aprile l’Austria è diventata uno dei primi Paesi in Europa ad allentare le restrizioni, riaprendo centri di bricolage e giardinaggio e negozi fino a 400 metri quadrati.

“Ora possiamo valutare gli effetti del 14 aprile e dei giorni seguenti molto, molto bene. Dimostrano che abbiamo gestito in modo eccellente questa prima fase di riapertura”, ha detto il ministro della Sanità Rudolf Anschober in una conferenza stampa, citato dal Guardian. “Non abbiamo indicazioni di un notevole aumento nelle singole aree. La situazione è molto, molto costante, molto, molto stabile e questa è davvero una situazione molto, molto positiva”, ha detto aggiungendo che l’aumento giornaliero delle infezioni è dello 0,2%.

I dati attuali non riflettono l’impatto di un ulteriore allentamento più recente partito il primo maggio, quando hanno riaperto parrucchieri, altri fornitori di servizi e negozi di oltre 400 metri quadrati. Sono previsti altri passaggi, con ristoranti, bar, musei e hotel che dovrebbero riaprire questo mese.

Anschober e il ministro dell’Interno Karl Nehammer hanno esortato il pubblico a continuare ad attuare le regole di distanziamento sociale e a indossare mascherine sui trasporti pubblici e in alcuni edifici governativi.

CONDIVIDI SU:
articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra