Header Top
Logo
Lunedì 18 Ottobre 2021

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Messico in ansia per sorte di Frida Sofia, sotto macerie scuola

colonna Sinistra
Giovedì 21 settembre 2017 - 15:14

Messico in ansia per sorte di Frida Sofia, sotto macerie scuola

Ha 12 anni, è diventata il simbolo della tragedia del terremoto
20170921_151446_CB919728

Roma, 21 set. (askanews) – “Si chiama Frida Sofia e ha 12 anni” ha twittato una delle star del giornalismo messicano, Joaquin Lopez-Doriga, dal sito di una scuola crollata nel terremoto a Città del Messico. La disperata ricerca di sopravvissuti tra le macerie della scuola Enrique Rébsamen è ormai al terzo giorno e il messicani seguono con il fiato sospeso il tentativo di salvataggio di una bambina, che chiamano “Frida Sofia” e che insieme ad alcuni compagni sarebbe ancora viva, sotto un tavolo. Stamani Frida Sofia è un trend mondiale di Twitter, con 200mila messaggi che ne parlano. Almeno 21 bambini e sei adulti sono morti nella scuola, nel quartiere di Coapa, crollata dopo il terremoto di magnitudo 7.1 che ha colpito la capitale martedì e e che ha causato almeno 230 morti.

I genitori in ansia affollano la zona attorno alla scuola dove un soccorritore, con uno scanner termico, ha captato la presenza di sopravvissuti tra le rovine. “Sono vivi! Sono vivi!” ha gridato. Non c’è alcuna conferma che tra i ragazzi ancora sotto le macerie ci sia anche una Frida Sofia, ma i social media e i giornalisti hanno fatto del nome un simbolo della speranza che qualche bambino possa ancora esser salvato. “La piccola Frida Sofia è sopravvissuta 32 ore sotto le macerie, lottando per la sua vita. Una vera combattente, presto sarà fuori” ha twittato lo YouTuber messicano Ryan Hoffman, con un tweet condiviso cinquemila volte. “Frida Sofia… le hanno detto di muovere una mano e lei ha commosso una nazione” ha scritto @LorsRuizVelsaco, commentando le notizie diffuse dal luogo della tragedia secondo cui i soccorritori hanno chiesto ai bambini di muovere le mani per mostrare che sono vivi.

Online circolano immagini e disegni, tra cui quello dell’Angelo dell’Indipendenza, statua simbolo di Città del Messico, che entra in una catena umana. Sono circolate anche voci, poi smentite dai giornalisti sul luogo, che la bambina è stata salvata. “Sfortunatamente la voce che la piccola Frida Sofia è stata salvata dalla scuola Enrique Rébsamen è totalmente falsa” ha twittato Lopez-Doriga ieri sera.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra