Header Top
Logo
Mercoledì 10 Agosto 2022

Logo
Corpo Pagina
Breadcrumbs
  • Home
  • Esteri
  • Gentiloni: il futuro della Siria non è nelle mani di Assad

colonna Sinistra
Lunedì 11 luglio 2016 - 12:55

Gentiloni: il futuro della Siria non è nelle mani di Assad

Ministro Esteri: riaprire negoziati senza precondizioni
20160711_125458_4C63A0EB

Roma, 11 lug. (askanews) – “Alla soluzione negoziale bisogna arrivare senza precondizioni, ma con la sicurezza che il futuro della Siria non è nelle mani di Assad”, lo ha dichiarato il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni nel corso della conferenza stampa congiunta con il Coordinatore generale dell’Alto Comitato Negoziale dell’opposizione siriana (Hnc) Riad Hijab.

“Abbiamo due obiettivi: creare le condizioni per riprendere i negoziati e l’altro ridare fiato alla cessazione delle ostilità”, ha aggiunto Gentiloni. “Se tra Usa e Russia ci sarà un passo avanti per porre un freno ai bombardamenti e all’assedio Aleppo nelle prossime settimane, allora questi passi renderanno più possibile la ripresa dei negoziati”.

Quindi “i presupposti sono semplici: serve una soluzione politica, negoziale e il futuro della Siria non può essere guidato da Assad. Facile a dirsi ma trovare le strade diplomatiche è la sfida che la comunità internazionale ha di fronte, a partire da Stati Uniti e Russia ma anche degli altri Paesi europei e del mondo arabo che in gruppo di Vienna hanno un ruolo fondamentale. L’Italia farà fino in fondo la sua parte”.

CONDIVIDI SU:





articoli correlati
ARTICOLI CORRELATI:
Contenuti sponsorizzati
Barra destra
[an error occurred while processing this directive]
Torna su